Papà Kean: «Ho il cuore bianconero ma la Juve…»

kean
© foto www.imagephotoagency.it

Il papà di Moise Kean ha rilasciato un’intervista parlando di suo figlio e del momento magico che sta vivendo

Biorou Jean Kean, il papà di Moise Kean, è intervenuto ai microfoni di “Un giorno da Pecora” su Rai Radio 1 parlando del momento magico vissuto da suo figlio. Di seguito riportate le sue parole.

IL GOL IN NAZIONALE – «Ringrazio Dio per il gol, è una gioia per tutta la famiglia. Quando ha segnato ho urlato ‘Bravo!’. La partita con il Liechtenstein la vedrò al bar con gli amici, non vado allo stadio».

IL RAPPORTO CON LA JUVE – «Da piccolo Moise tifava Inter, perché gli piaceva Oba Oba Martins. Quando andavo in giro con lui mio figlio mi diceva: ti prego, comprami la maglia di Martins! Io l’ho mandato alla Juve perché sono tifoso bianconero anche se adesso ho un problema con la società che non mi dà più i biglietti. Io e la mamma di Moise siamo separati e lei, in passato, voleva portare il ragazzo in Inghilterra. Io gli dissi che lo avrei fatto restare in Italia ma in cambio avrei voluto due trattori. Loro mi dissero che non ci sarebbero stati problemi. E invece non me li hanno ancora dati, non mi danno più biglietti e non mi ricevono neanche più. Io lo voglio per sempre alla Juve che è nel mio sangue: io sono nero è il mio sangue e bianco».

BALOTELLI – «È il suo giocatore preferito ora. Anche se io gli ho consigliato di non copiarlo in tutto e per tutto».