Pirlo sicuro: «Ogni partita è una finale. Siamo concentrati su noi stessi»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

 Andrea Pirlo, allenatore della Juve, ha parlato dopo la partita contro il Sassuolo, valida per la 17ª giornata di Serie A. Le sue parole

Ai microfoni di Sky Sport, Andrea Pirlo ha rilasciato un’intervista dopo la partita tra Juve e Sassuolo. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.


INFORTUNATI«Trauma contusivo per Dybala. Gli è rimasto un po’ sotto il ginocchio, ha avuto un po’ di fastidio. Valuteremo nei prossimi giorni. McKennie aveva già un problema ieri, ha risentito qualcosa sul colpo di tacco»

CLASSIFICA – «L’importante è guardare a noi stessi. Vincere questa sera era importante perché se no non serviva nulla quanto fatto a San Siro. E’ stata una partita sofferta: ci servivano voglia e carattere per ottenere i tre punti»

BIG MATCH – «Queste sono le partite più belle: le motivazioni salgono e i punti in palio diventano pesanti. Siamo abituati, i campioni sono pronti e ora i prepariamo per il Genoa e per l’Inter»

NON VINCERE PER FORZA CON L’INTER«Siamo la Juventus, abbiamo la pressione di vincere tutte le partite. Non ci deve importare la classifica: dobbiamo concentrarci su noi stessi perché ogni partita è una finale. Poi vedremo dove saremo arrivati»

IN COSA E’ CRESCIUTA DI PIU’«Siamo cresciuti soprattutto in autostima, negli automatismi. Abbiamo avuto il recupero di alcuni giocatori sul piano fisico e quello è stato importante. Il secondo tempo col Torino ci ha dato grande forza di reagire»

GOL SUBITO – «C’è da segnalare la passività dei nostri centrocampisti e il mal posizionamento dei difensori. Demiral deve stare più attento, Bonucci più attaccato. E’ stato bravo Defrel ma abbiamo sbagliato. Demiral mi ha chiesto che voleva rivedere il gol, perché a lui piace rivedere i suoi errori»

VINCERE ALL’ULTIMO – «Il DNA della Juventus non deve mai mancare. Dobbiamo avere la forza fino all’ultimo minuto»

Condividi