Pjanic al Barcellona per la Champions: ma c’è una promessa alla Juve

© foto www.imagephotoagency.it

Pjanic al Barcellona per realizzare il sogno Champions: ma c’è un paradosso dettato da quella promessa alla Juventus

L’approdo di Miralem Pjanic al Barcellona nell’ambito dello scambio con Arthur è ormai scenario sempre più concreto. Il centrocampista bosniaco chiuderebbe la sua avventura alla Juventus dopo cinque stagioni ricche di successi che l’hanno consacrato, tralasciando l’ultima annata sbiadita, tra i migliori interpreti al mondo nel ruolo. Uno status che ora Pjanic sogna di certificare con il raggiungimento della Champions League. Proprio in quest’ultima sarebbe – stando a quanto fatto intendere dall’entourage del giocatore – da ricercare la vera motivazione dell’ormai suo probabile trasferimento.

«In Italia Mire ha fatto molta strada e ora è consapevole di poter sedere al tavolo dei migliori in Europa. È un leader della squadra nazionale bosniaca e in Serie A ha già vinto tutto, dimostrando e confermando il suo enorme talento stagione dopo stagione. (…) Il suo prossimo obiettivo, l’unica cosa che gli manca, è vincere la Champions League», diceva a Sport poche settimane fa Adis Junuzovic, amico intimo e membro dell’entourage di Miralem Pjanic. La Coppa dalle Grandi Orecchie sarebbe tra l’altro ancora paradossalmente raggiungibile da Pjanic in questa stagione con la Juve (nella quale resterà a prescindere fino al termine del mese di agosto). Anche perché la volontà del giocatore ai bianconeri è chiara: «So che Miralem sarà un professionista al 100% per tutto il tempo in cui rimarrà alla Juventus. (…) Fino a quando Pjanic giocherà per la Juve farà del suo meglio per vincere ogni possibile titolo con i bianconeri e continuare a vincere insieme ai suoi grandi compagni di squadra». Una promessa che la Juventus si tiene stretta.

Condividi