Repice: «Dzeko o Suarez? Occhio al piano C di Pirlo» – ESCLUSIVA

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Francesco Repice in esclusiva su JuventusNews24.com. Le dichiarazioni del radiocronista e giornalista di Radio Rai

La redazione di JuventusNews24.com ha contattato in esclusiva Francesco Repice,  radiocronista e giornalista di Radio Rai, per dettagliare e individuare l’attaccante più adatto alla Juventus di Andrea Pirlo.

La domanda più di moda del momento: per la Juventus è meglio Edin Dzeko o Luis Suarez?
«Il più adatto è sicuramente Dzeko, fa due ruoli: sopra e sotto punta. Gioca bene a calcio ed è uno che fa anche gol. Dzeko poi, a differenza di Suarez, ha consuetudine con il campionato italiano. Ti permette di giocare palla lunga quando sei in difficoltà. Chiaro come Suarez sia un attaccante fortissimo, o almeno lo era: senso del gol e tecnica non gli mancano di certo».

Sarebbe difficile far convivere Ronaldo, Dybala e Suarez?
«Sinceramente potrebbe essere insostenibile. Complicato chiedere a Ronaldo e Suarez sacrifici troppo grandi. Dovresti abbassare Dybala quasi da mezzala, ma si è già capito che non si può fare».

Personalmente quale idea le sembra più percorribile?
«Io posso dire che difficilmente Dzeko lascerà la Roma a meno che non gli dicano di andarsene. Allo stesso tempo credo che sia difficile che Suarez si stacchi da Messi qualora la Pulce rimanga a Barcellona. Mi sembra una situazione incartata».

Quindi non bisogna dimenticarsi di Milik
«Secondo me è assolutamente da tenere in considerazione. È l’unico che ha un accordo in parola totale con la Juve. Pirlo ha un piano A, un piano B e un piano C. Milik è sicuramente il piano C, non è Dzeko e non è nemmeno Suarez. Ma avrebbe caratteristiche compatibili con l’attacco della Juventus».

I giocatori che abbiamo nominato, in valore assoluto, sono più forti di Higuain?
«Secondo me Higuain è fortissimo. Se contiamo gol, prestazioni, titoli, trofei uno dei migliori al mondo. Le altre cose io non le conto…».

In un mondo ideale chi sarebbe l’attaccante perfetto la Juventus?
«Haaland sarebbe adattissimo, ma non è avvicinabile, costa troppo e non c’è modo ora di muoverlo da Dortmund».

Quali novità si aspetta da Pirlo rispetto alla gestione Sarri?
«L’abbandono di formule, formulette, numeri, numeretti. Non esistono sistemi di gioco, esistono i calciatori. Lo ha detto chiaro dalla prima conferenza stampa».

Si ringrazia Francesco Repice per cortesia e disponibilità mostrate in occasione di questa intervista

Condividi