Ritiro estivo Juventus 2019: quando e dove si svolge la preparazione

bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

Ritiro estivo Juventus 2019: quando e dove si svolge la preparazione per la prossima stagione. Tutte le info utili

Una nuova stagione è alle porte: la Juventus 2019/20 è pronta a tornare a lavoro in vista di un’annata che si preannuncia, ancora una volta, ricca di successi. Il club bianconero inizierà il suo ritiro il 10 luglio, anche se il mister toscano Maurizio Sarri si presenterà al centro sportivo già lunedì 8 luglio. Pronto ed entusiasta per la nuova avventura, l’ex Napoli farà il suo primo incontro con il gruppo (assenti i giocatori impegnati in Copa America), dopo aver avuto i primi contatti con alcuni membri chiave della rosa a Giugno.

Nonostante non ci siano ancora comunicazioni ufficiali da parte del club è probabile che, come nel 2018, i bianconeri svolgano la preparazione estiva alla Continassa di Torino presso lo Juventus Training Center (Via Druento, 175), a partire dai primi di luglio, prima di partecipare in Cina all’International Champions Cup.

La manifestazione internazionale impegnerà Chiellini e compagni anche in questo avvio di stagione.
Come in occasione della stagione 2014/2015, primo anno di Allegri sulla panchina bianconera, la Juve svolgerà un vero e proprio tour asiatico. Oltre alla Cina, infatti, i bianconeri saranno ospiti anche a Singapore.

Nel corso di questo ritiro intercontinentale la squadra di Maurizio Sarri affronterà Tottenham e Inter in match validi per la ICC, utili a memorizzare ed inglobare i nuovi schemi e a mettere benzina fresca nei muscoli. Dopo la parentesi estiva in terra asiatica, la Juventus farà una breve tappa nella capitale svedese, Stoccolma. Qui in territorio scandinavo la Vecchia Signora affronterà l’Atletico Madrid nell’ultimo impegno pre-stagionale, prima di immergersi definitivamente nella routine delle gare ufficiali. La gara contro i Colchoneros del Cholo Simeone sarà l’ultima occasione per il tecnico ex Chelsea di rodare i nuovi acquisti, di perfezionare il nuovo sistema di gioco.