Sconcerti: «Arthur operazione di bilancio per la Juve. Pirlo come Sarri»

Iscriviti
sconcerti
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni del giornalista Mario Sconcerti sulla corsa Scudetto e anche sulle operazioni della Juventus

Mario Sconcerti ha parlato dell’equilibrio visto sin qui in Serie A. Manca una battistrada, tante squadre in alto a pochi punti di distanza. Secondo il giornalista, intervenuto sulle pagine di calciomercato.com, l’equilibrio è frutto del mercato, mai così povero. Ecco le sue parole.

LE DICHIARAZIONI – «L’equilibrio del campionato è dovuto a un mercato mai così poveroPer adesso i nuovi che hanno pesato di più sono stati Morata e Pedro. Ed è stato un mercato povero perché non c’erano soldi, tutti dovevano prima vendere e poi comprare. Tutti, compresi Juve e Inter. Ora si calcola Arthur come un buon acquisto, ma è stata prima di tutto un’operazione di bilancio, portare a casa in una stagione amara la grande plus valenza di Pjanic. Se guardiamo la nuova Juve troviamo di diverso solo Kulusevski e Morata che sostituisce Higuain. Pirlo ha cambiato tanti centrocampisti poi è tornato a Rabiot-Bentancur come Sarri. E in sette partite ha fatto esordire tre ragazzi, anche questo un dato che spiega bene i tempi. Questo ha creato davvero l’equilibrio, la nuova “povertà”, insieme all’inesperienza di Pirlo e alla confusione di Conte».

LEGGI ANCHE: Sacchi: «Juve e Inter stentano, il Milan può farcela ma a una condizione»

Condividi