Connettiti con noi

Hanno Detto

Sconcerti: «Juve? Difficile torni una schiacciasassi, ha un limite conclamato»

Pubblicato

su

Mario Sconcerti ha parlato di Champions League e di Juventus, soffermandosi anche sul match di domenica sera contro l’Inter. Le parole”

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Mario Sconcerti ha parlato delle italiane in Champions League, soffermandosi sulla Juventus e sul match di domenica contro l’Inter. Le sue parole.

ZENIT – «Non ho visto la Juventus strettamente difensiva vista nelle ultime partite, ha cercato di spingere di più. Ieri ha cambiato e ha finito con quasi 8 centrocampisti e nonostante tutto questo affollamento ho continuato a non vedere una idea di costruzione di gioco. Si è vista più volontà al gioco d’attacco, ma manca ancora la costruzione».

CHAMPIONS – «È la sintesi perfetta. Nel momento in cui troviamo avversarie di seconda fascia, facciamo la partita e spesso la vinciamo. Quando giochiamo con avversari di prima fascia perdiamo. L’unica che tiene è la Juventus, con le altre dimostriamo che a un certo livello abbiamo difficoltà».

CHIESA – «Quello è il suo ruolo, è un grande attaccante che può giocare 10 metri più avanti o dietro. È diventata una stella internazionale e viene marcato di più. Ci si abituerà a questo, ma in questo momento sta soffrendo».

INTER – «La Juventus ha un limite conclamato, che è la lontananza dei centrocampisti sia in fase di costruzione del gioco che di rifinitura. McKennie è più pungente per esempio di Rabiot, ma anche più dispersivo. Di squadre complete ne abbiamo viste due, ossia Napoli e Inter. Il Milan si è ridimensionato in campo europeo. La Juventus sarà difficile che torni ad essere una schiacciasassi, le mancano alcune cose».