Taglio stipendi, Paleari: «Dico di no. Non siamo come Cristiano Ronaldo»

© foto www.imagephotoagency.it

Alberto Paleari, portiere del Cittadella, ha parlato dell’emergenza Coronavirus e del taglio degli stipendi: ecco le sue parole

Alberto Paleari, portiere del Cittadella, è intervenuto alla trasmissione di Telechiara Rigorosamente Cittadella sul taglio degli stipendi.

PALEARI – «Se si dovesse trattare di ritardare gli stipendi per un mese e di riceverne uno doppio allora direi di sì senza problemi. Se si dovesse trattare di spalmarmi lo stipendio allora in tutta onestà direi di no. Non siamo come Cristiano Ronaldo in Serie A, che se gli tolgono due mesi di stipendio non va certo in difficoltà, se li tolgono a noi ci viene a bussare il padrone di casa a reclamare l’affitto. Credo che serviranno due pesi e due misure».