Tragedia Piazza San Carlo, Appendino: «Gran dolore, avevo delegato tutto»

Iscriviti
© foto R

Chiara Appendino, sindaca di Torino, ha depositato la memoria difensiva nel processo sui fatti di piazza San Carlo

Chiara Appendino, sindaca di Torino, ha depositato la memoria difensiva nel processo sui fatti di piazza San Carlo. Lo riporta La Stampa«Il dolore per quanto accaduto quella notte è ancora vivo e lo porto con me. E lo porta con sé non solo ogni persona direttamente coinvolta, con i suoi famigliari, ma un’intera comunità. In quel dolore, tuttavia, Torino è stata capace di unirsi, di stringersi attorno alle persone che erano in quella piazza e di darsi la forza per andare avanti. Essere qui, oggi, per far luce sui fatti, ricercare la verità, definire ogni responsabilità, credo sia il modo migliore per restituire alla nostra comunità quanto a essa dovuto dalle istituzioni».

SULLE ACCUSE PER OMICIDIO COLPOSO PLURIMO – «Non è vero vi erano stati numerosi altri eventi di portata paragonabile messi a punto nello stesso range temporale. Per una manifestazione di quel tenore, l’organizzazione è stata demandata a un ente, Turismo Torino, dalla provata affidabilità, che già in passato aveva dato prova di preparazione e capacità e aveva portato a termine con successo incarichi assimilabili a quello di quella sera. Il vetro in piazza? Cosi come spiegato dall’ex Questore, i varchi erano ben presidiati, in controlli c’erano e sono stati esercitati. Se qualche venditore ambulante abusivo è riuscito a infilarsi nella folla è un fatto che non si può escludere a priori (…)».

LEGGI ANCHE: Tragedia di Piazza San Carlo: 50 nuove parti civili alla giuria popolare

Condividi