Connettiti con noi

Ultimissime Juve

Ultimissime Juve: cattive notizie dagli infortunati, le ultime sul caso plusvalenze

Pubblicato

su

Ultimissime Juve LIVE, tutte le notizie del giorno in tempo reale. Le ultime ore della giornata in casa bianconera

Ultimissime Juve, le notizie del giorno


Caso plusvalenze, Padovan spaventa: «La Juve rischia la Serie B»

Ore 20.50 – La Juve rischia la retrocessione per il caso plusvalenze. Questo è il pensiero di Giancarlo Padovan, intervenuto negli studi di Sky Sport per dire la sua sulla situazione.

DICHIARAZIONI – «L’inchiesta sarà sicuramente allargata anche ad altri club. Per la Juve può finire come per il Chievo, potrebbero essere inflitti alcuni punti di penalizzazione. Qualora poi si dovesse scoprire un bilancio artefatto per l’iscrizione al campionato, allora i bianconeri rischierebbero anche la retrocessione».


Vlahovic Juve: cessione a gennaio? Italiano fa chiarezza sull’attaccante

Ore 19.20 – Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Bologna Fiorentina, Vincenzo Italiano ha parlato così di una possibile cessione a gennaio di Vlahovic, obiettivo della Juve.

VLAHOVIC – «Non ho pensato a quello che può accadere, sono totalmente concentrato sul campionato. Ho detto alla società di tenerlo? Non ne ho ancora parlato a riguardo. Cerchiamo di terminare il girone di andata e poi si vedrà. È il mio unico pensiero».


Zauli: «Ci sta mancando il gol. Col Renate dovremo essere coraggiosi»

Ore 18.50 – Complicata trasferta sul campo del Renate per la Juventus U23 di Zauli.

Le parole del tecnico ai microfoni di Juventus TV.

PADOVA – «L’abbiamo preparata in pochissimi giorni ma ci eravamo detti di fare una partita coraggiosa. Il primo tempo l’abbiamo fatto molto bene. Purtroppo per portare a casa i risultati soprattutto con le migliori bisogna capitalizzare tutto quello che ti capita. Gli ottimi giocatori del Padova hanno fatto la differenza».

VIRTUS VERONA – «Il Padova, a differenza della Virtus Verona, non ha fatto un blocco molto basso e una partita difensiva. Con loro abbiamo fatto fatica a trovare il gol. Ogni partita è differente e ha una storia a sè, ma sia col Padova che con la Virtus Verona ci è mancato il gol».

RENATE«Il calendario ci dice che stiamo giocando contro la seconda e contro la terza. Il Renate è un avversario che ha fatto grandissime cose, che ha consolidato il gruppo. Dovremo essere coraggiosi e pensare di andare a fare gol».

PARTITA«Siamo cambiati quasi totalmente noi. Tutti i ragazzi affrontano questo campionato per la prima o la seconda volta. Dobbiamo focalizzarci sui nostri pregi ed essere più cinici se vogliamo fare risultato».

EMERGENZA IN DIFESA – «Abbiamo quattro centrali in rosa, uno fortunatamente è in prima squadre ed è De Winter. Riccio è alle prese con l’infortunio e Poli è squalificato. Ci siamo allenati cercando una soluzione, uno di questi ragazzi avrà una chance importante e tutto l’appoggio dei compagni e della società. Rientra De Marino e siamo molto contenti. Ci potrà dare una grande mano nel girone di ritorno».


Di Livio: «Ora non si può più sbagliare. Lo scudetto è andato» – ESCLUSIVA

Ore 17.00 – Archiviata la vittoria di Salerno, la Juve non ha tempo di riprendere fiato. I bianconeri saranno impegnati domani sera allo Stadium contro il Genoa, in una gara da non fallire per continuare a risalire la classifica verso le zone alte. In esclusiva per Juventusnews24, Angelo Di Livio, il soldatino della Vecchia Signora, ha analizzato la situazione della squadra di Allegri.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ESCLUSIVA CON ANGELO DI LIVIO


Sassuolo Juventus Women 0-2: Girelli impone la sua legge, le bianconere volano

Ore 16.50 – la Juventus Women passa anche sul campo del Sassuolo. Dopo un primo tempo di sofferenza e spazi molto chiusi, le bianconere trovano nella ripresa con Cristiana Girelli la doppietta che vale tre punti molto pesanti. Il Sassuolo, autore di una buona partita nel complesso, è ora distante sei punti in classifica.

CLICCA QUI PER LA CRONACA DEL MATCH


Conferenza stampa Allegri pre Genoa: «Serenità totale, ci serve un filotto»

Ore 14.30 – La Juve vuole dare continuità alla vittoria sul campo della Salernitana: obiettivo centrare il secondo successo consecutivo a partire da domenica contro il Genoa all’Allianz Stadium.

Nel giorno di vigilia, sabato 4 dicembre, Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match davanti ai media. 

CLICCA QUI PER LA CONFERENZA STAMPA DI MASSIMILIANO ALLEGRI


Alvarez Juve, Higuain: «Mi somiglia. Se fa questo diventa inarrestabile»

Ore 12.30 – Juve sempre attenta sul mercato, pronta a piazzare il colpo a gennaio per rinforzare la rosa. Tra i giocatori seguiti c’è il giovane bomber del River Julian Alvarez, lodato pubblicamente dall’ex bianconero Gonzalo Higuain ai microfoni di ESPN.

DICHIARAZIONI – «E’ il miglior ‘9’ che ha il River e mi piacerebbe vederlo in Europa. Per come si muove, per come utilizza i due piedi, per la voglia di imparare e di trionfare si avvicina a me. Se gli si dà la libertà di svariare su tutto il fronte offensivo diventa inarrestabile».


Domani in prima pagina: «Agnelli deve dimettersi, sequenza di figuracce»

Ore 11.20 – Il quotidiano generalista Domani attacca la Juve e titola in prima pagina: “La Juventus va a picco: ecco perché Agnelli ora deve dimettersi“. Nel suo editoriale Pippo Russo scrive: «Dopo un decennio di glorie, culminato col record dei 9 scudetti consecutivi, il presidente del club bianconero sta inanellando una serie di mosse rovinose. La vicenda delle plusvalenze incrociate è soltanto l’ultimo episodio. Dall’ingaggio di Cristiano Ronaldo all’esame di Suárez fino alla Superlega, è una sequenza di figuracce. A proposito dell’addio di Cristiano Ronaldo, Agnelli ha detto che nessun calciatore è più grande della Juventus. Lo stesso dovrebbe valere per i presidenti.Farsi da parte è doveroso».


Infortunati Juve: cattive notizie dall’infermeria per Allegri. Ultime

Ore 10.10 – Secondo Tuttosport Mattia De Sciglio non avrebbe ancora recuperato al 100% e dagli ambienti bianconeri filtra prudenza circa un suo possibile impiego dal primo minuto contro il Genoa. Ecco perché in quel ruolo dovrebbe toccare ancora a Cuadrado. Non è pronto al rientro neanche Weston McKennie. L’americano infortunatosi al ginocchio con l’Atalanta dovrà aspettare ancora qualche giorno prima di tornare a disposizione di Massimiliano Allegri.


Aumento capitale Juve a rischio? Le banche in dubbio e il peso di Elkann

Ore 09.00 – Il Corriere della Sera prova a far chiarezza sulla recessione ipotizzata ieri dell’aumento di capitale Juve in seguito alle indagini in corso. Secondo la società bianconera, a termini di contratto, non è un «mutamento negativo rilevante» che consenta il recesso. Ma il rischio c’è. In parole povere, potrebbero sfilarsi Goldman Sachs, Jp Morgan, Mediobanca e Unicredit che si sono impegnate a sottoscrivere le azioni della Juventus eventualmente invendute (i Garanti, appunto). Resta naturalmente la sicurezza di Exor che “copre” la sua quota del 64%. Se però arrivassero solo 255 dei 400 milioni non ci sarebbero risorse sufficienti per sostenere il Piano di sviluppo al 2024 e dunque «la capacità del gruppo di mantenere il presupposto della continuità aziendale milioni». I rischi, insomma, al momento appaiono più legati alle conseguenze delle indagini penali che non alla contingente, eventuale, carenza di risorse finanziarie. Exor non è certo una holding senza mezzi: la Juve potrebbe avere meno “benzina”, nuovi manager ma di sicuro non rischia di rimanere in panne. E comunque il prezzo in Borsa rende ancora appetibile l’aumento. Poi è davvero difficile immaginare le quattro banche chiudere il paracadute a John Elkann che è a capo di un gruppo da 30 miliardi di euro con un utile nel primo semestre 2021 di 838 milioni.


Juve Genoa: dubbio in attacco per Allegri. Lui è in crescita!

Ore 08.30 – Tuttosport questa mattina segnala un ballottaggio nella formazione che Allegri manderà in campo domenica sera allo Stadium contro il Genoa. Il tecnico bianconero sarebbe tentato di confermare il reparto offensivo visto nell’ultimo turno di campionato con la Salernitana. L’unico dubbio riguarda il ruolo di punta: Alvaro Morata ha segnato quando chiamato in causa dalla panchina ma Moise Kean continua ad essere in grande crescita dal punto di vista della condizione.


Ronaldo Juve: cosa contiene davvero la “carta segreta” che cercano i pm

Ore 08.00 – Secondo La Gazzetta dello Sport gli inquirenti sono sempre più determinati a trovare la carta segreta di Cristiano  Ronaldo. Maqual è il contenuto della carta? Possibile si tratti di un patto, firmato al momento dell’addio, sul pagamento di mensilità non ancora versate a CR7? Oppure un altro accordo economico relativo al suo stipendio? Di sicuro, Cristiano è stato ceduto allo United per quindici milioni più otto di bonus, cessione che ha permesso alla Juventus di risparmiare le ultime dieci mensilità di un contratto da circa cinquantacinque milioni lordi a stagione. La questione quindi sembra avere un riflesso penale – la Juve è società quotata, con tutti gli obblighi che ne conseguono–ancora più che sportivo. Gli inquirenti, infatti, si spingono a ipotizzare che siano stati riportati “in modo difforme dal vero i valori economici della cessione di Ronaldo” e scrivono di voler valutarne “la rilevanza – anche in termini di obblighi di rettifica – sul bilancio approvato in data 17 settembre 2021”, quello relativo al 2020-2021.