Zaccheroni: «Non rischierei Ronaldo, mai fidarsi dei giocatori»

zaccheroni
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex tecnico bianconero parla alla vigilia del match tra Ajax e Juventus. Le parole di Alberto Zaccheroni verso la Champions

Intervistato da Il Corriere di Torino, Alberto Zaccheroni ha parlato in avvicinamento ad Ajax-Juve. Ecco alcuni passaggi della sua intervista.

DE LIGT – «È bravo e, appunto, giovane, ma di certezze non può ancora darne. Poi capisco che ormai in giro ci sono pochi centrali di grande valore, quindi il prezzo si sovraccarica».

AJAX-JUVE – «Loro hanno giocatori ed entusiasmo, ma i bianconeri sono superiori: in Champions pesa l’esperienza. Mi preoccupa il City, ma con Cristiano alla Juve può bastare una palla. E Allegri ha dato alla squadra una duttilità enorme: se manca qualcuno, non si deve mettere le mani nei capelli. Premesso che alla Juve hanno il polso della situazione, non lo farei. Non è una finale e loro sono più forti, anche senza CR7. Mai fidarsi dei giocatori, ma dei medici. Una volta, all’Inter, feci giocare Cristiano Zanetti: dopo 10 minuti, stiramento, rimase gambe all’aria, stecchito».