Connettiti con noi

Hanno Detto

Zironelli: «Non mi sono mai lamentato, ma il gol di oggi era regolare!»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Mauro Zironelli, allenatore del Lecco, ha parlato in conferenza stampa dopo il match contro la Juventus U23. Le sue parole

(inviato allo Stadio Moccagatta di Alessandria) Mauro Zironelli ha parlato in conferenza stampa dopo il match tra Juventus U23 e Lecco. LA CRONACA DEL MATCH

ANALISI«Poverino Petrovic, ha fatto il gol valido. Ora posso sbilanciarmi, l’ho visto dieci volte… Abbiamo fatto una bella partita, loro un tiro e ha preso l’angolino. Cerchi di rimediare ma non te lo consentono, nonostante sia sempre rigore quando uno ti frana addosso in area. Dà fastidio quando subisci sempre contro. Così dà fastidio, è il secondo gol regolare che gli tolgono».

EPISODI«Non mi sono mai lamentato, di fronte  5/6 fuorigioco, il gol oggi era buono l’abbiamo visto tutti. Dà fastidio, sei anche in crisi di risultati non ci faceva schifo un punto. Non siamo simpatici forse».

PETROVIC POTEVA ENTRARE PRIMA«Sì poteva entrare 5 minuti prima ma ha dato una bella verve. Ci sono comunque difficoltà a fare gol».

GANZ – «Ha avuto un problema ieri in allenamento. Iocolano sofferente? Stiamo pagando anche quello. Ha sbagliato qualche pallone facile che di solito non sbaglia. Parlo degli appoggi, bisogna stare più sereni e fare le cose con più semplicità».

MOROSINI«Stiamo cercando di portare avanti i giocatori che devono darci qualità. Ho scelto così, ha fatto quello che gli ho chiesto. Ci mancano i gol, se però quando lo facciamo poi ce lo tolgono è allucinante…».

COSA MANCA PER FARLA DIVENTARE LA SQUADRA DI ZIRONELLI – «Ci manca il risultato. Ci poteva stare un punto, siamo in crisi di risultati. Peccato perché faccio fatica a trovare altre soluzioni quando ti riescono le giocate». 

JUVENTUS U23 – «La qualità è molto alta e di grande livello. C’è stato un lavoro continuo e ho visto negli anni i miglioramenti. Ora hanno creato un’ossatura anche a livello di allenamenti sono più costanti dove noi all’inizio eravamo in difficoltà con un organico ridotto».

COSA LO PREOCCUPA DI PIU’«Il morale dei ragazzi. Quando prendi tante legnate dello stesso tipo, cominciano a farsi delle domande e non deve esistere in Lega Pro».

Advertisement
Advertisement

New Generation

Advertisement

TV BIANCONERA

Advertisement