Chi è Aaron Ramsey, il centrocampista che la Juve può prendere gratis

© foto www.imagephotoagency.it

Gallese, classe 1990: Aaron Ramsey andrà in scadenza con l’Arsenal. Per la Juventus potrebbe essere il colpo ideale per rinforzare il proprio centrocampo

Non sarà Paul Pogba, ma la Juventus potrebbe mettere ugualmente a segno un colpo superlativo per il suo centrocampo. Aaron Ramsey, mezzala 27enne dall’Arsenal, ha annunciato che non rinnoverà il proprio contratto in scadenza nell’estate 2019. Occasione ghiottissima per il club della Continassa che, sull’onda lunga dell’affare Emre Can, potrebbe portarsi a casa, con la formula del parametro zero, un altro gioiello della Premier League. Parliamo di un giocatore che, fino a qualche anno fa, era considerato una delle promesse più grandi nel suo ruolo.

Chi è Aaron Ramsey: caratteristiche tecniche e fragilità

Per comprendere il reale valore del nazionale gallese, basta dare una fugace occhiata al suo profilo Transfermarkt: valutazione di 45 milioni di euro. Li vale assolutamente tutti. Mezzala di tecnica (molto importante) e sostanza, brava nel cucire il gioco di raccordo. Grande propensione all’inserimento offensivo e agli assist, ottimo fiuto del gol. Qualità aerobiche uniche: al college era promettentissimo fondista. Alla fine scelse il calcio e fece bene. Ricorda moltissimo il primo Marchisio, per fare un paragone familiare all’universo Juve. In stagione ha già messo a referto un gol (pazzesco contro il Fulham) e tre assist in 8 presenze in Premier League. E allora perché l’Arsenal se lo lascia scappare? Difficile a dirsi. Dopo 10 stagioni coi Gunners, l’accordo che sembrava essere stato trovato per un rinnovo quadriennale non verrò messo nero su bianco. Il dubbio è che possa aver pesato la fragilità di un calciatore che, sin da giovanissimo, ha visto la propria carriera martoriata da continui infortuni.

Aaron Ramsey e quella strana maledizione: quando segna…

E poi c’è quella curiosa e macabra coincidenza. Quando Aaron segna, un personaggio illustre muore a strettissimo giro di posta. Una correlazione spuria che ha reso celebre questo calciatore in tutto il mondo (su questa sua particolarità è stato persino scritto un libro). Tutto iniziò nel 2009: due giorni dopo un gol di Ramsey in Liechtenstein-Galles venne a mancare a Andres Montes, mitico giornalista spagnolo. Di lì in poi un’infinita serie di “vittime”: Antonio de Nigris, Osama Bin Laden, Steve Jobs, Mu’ammar Gheddafi, Whitney Houston, Jorge Videla, Paul Walker, Robin Williams, David Bowie e tantissimi altri. Uno strano caso che non spaventerà di certo la Juve: da sempre più attenta ai fatti che a parole e credenze.

Articolo precedente
Arzachena-Juventus U23, streaming live e diretta tv: come vedere la partita
Prossimo articolo
chielliniChiellini: «Pensare di essere arrivato al massimo è il primo passo per l’oblio»