Connettiti con noi

Esclusive

Agente Rugani: «Non resti 5 anni alla Juventus per caso» – ESCLUSIVA

Pubblicato

su

Agente Rugani: «Non resti 5 anni alla Juventus per caso». Davide Torchia in esclusiva per JuventusNews24.com

Davide Torchia, agente di Daniele Rugani, ha parlato in esclusiva a JuventusNews24.com del suo assistito, arrivato alla sesta stagione effettiva in bianconero dopo un anno in prestito tra Rennes e Cagliari.

Dopo tante voci Rugani è rimasto alla Juve, siete soddisfatti di questo epilogo?
«C’è stata una linea con la Juventus che abbiamo concordato e sposato. La loro idea è sempre stata quella di tenere il calciatore. Al di là delle richieste che ci sono state – se pur nulla di troppo concreto – non hanno cercato altri giocatori. Non c’è mai stata una vera e propria trattativa per Daniele. È un mercato diverso dal passato. Non mi sembra che sia momento di fare follie e in generale girano pochi soldi. Ci sono stati dei sondaggi, ma non voglio fare del cinema. È normale che con Demiral dentro, sarebbe andata diversamente. Quello che posso dire è che alla Juventus non puoi giocare 5 anni per caso. 6 mesi sì, un anno forse, ma non cinque».

Daniele è contento di rimanere? Crede che possa trovare minutaggio superiore rispetto al passato?
«Certamente è contento, è una scelta che hanno fatto in due. La volontà da parte della Juve è un attestato di stima che lui ha registrato. Sul minutaggio dico che Daniele quando è stato alla Juve ha sempre fatto una media del 40% delle partite, escluso l’ultimo anno. Quelli che giocano + del 60% delle partite sono 6-7 giocatori. E forse bisognerebbe anche dare uno sguardo a quali compagni di reparto ha avuto in questi anni… Lui darà il massimo per guadagnarsi la stima di allenatore e squadra, non è retorica ma è la verità… Per ora le cose stanno andando bene, andiamo avanti e vediamo quello che succede». 

Quanto ha inciso la presenza di Allegri sulla permanenza del ragazzo?
«Ha avuto un’influenza, Allegri conosce il ragazzo molto bene. Quando si è prospettata la situazione di Daniele l’ha considerato da subito una risorsa e non un problema. E in queste settimane il giocatore ha risposto bene sul campo, se no ci sarebbe stato tutto il tempo per cambiare».

Come valuta il mercato della Juventus? Molti tifosi non sono contenti
«Ci dimentichiamo troppo spesso della situazione economica in cui viviamo, la Juve viene da un aumento di capitale ingente. La crisi dovuta al Covid non sta durando mesi ma anni. Normale che il mercato ne risenta: capisco il tifoso che ci rimane male, meno i giornalisti che fanno finta di niente. Al di là del nome altisonante che non è arrivato, la Juve ha una rosa competitiva. Probabilmente si assesterà al vertice del campionato. Fossi un tifoso della Juve sarei contento di avere una proprietà italiana che perdura da così tanti anni: forse a volte viene dato per scontato. Ci sono tanti altri grandi club che non hanno la stessa fortuna. La Juve è una società strutturata che continuerà a dare soddisfazioni ai propri tifosi. Se poi pensano che dopo aver preso Ronaldo debbano acquistare dei campioni assoluti tutti gli anni non è così. Aggiungo che ci sono situazioni preesistenti che non si possono cancellare. Fare il passo più lungo della gamba sarebbe stato grave».

Si ringrazia Davide Torchia per disponibilità e cortesia mostrate in occasione di questa intervista