Connettiti con noi

News

Allegri Juve, la cura per cinque giocatori: progetto rilancio dell’allenatore

Pubblicato

su

Allegri Juve, la cura per cinque giocatori: progetto rilancio dell’allenatore al suo ritorno sulla panchina bianconera

L’habitat naturale della Juventus servirà a Massimiliano Allegri anche per rilanciare quei giocatori che, nell’arco dell’ultima stagione, hanno calato notevolmente il loro rendimento sotto la gestione di Andrea Pirlo. Il primo nome sulla lista è quello di Rodrigo Bentancur: errori da matita rossa (quello contro il Porto su tutti) e una posizione poco incline alle sue corde hanno ‘macchiato’ l’annata del centrocampista uruguaiano. Compito di Allegri quello di riportare ad alti livelli l’ex Boca Juniors, spostando innanzitutto il suo raggio d’azione: così disse a Sky Calcio Club il 22 marzo«A mio modesto parere, non può giocare davanti alla difesa. Ci può giocare una partita. È come una riserva che gioca 1-2 partite ma non può farne 5. Lui anche con me giocava davanti la difesa, ma poi tornava a far la mezz’ala. Ha un tempo di gioco non adatto».

Anche Federico Bernardeschi potrebbe vivere una nuova vita con Allegri in panchina. Lui che sotto la gestione del tecnico toscano ha vissuto due stagioni positive: la prima, all’arrivo dalla Fiorentina, ma soprattutto la seconda, in cui ha avuto più libertà di agire dalla cintola in sù. Da dimenticare, invece, gli ultimi due anni deludenti con Sarri e Pirlo. Il suo futuro è ancora tutto da scrivere: dopo l’Europeo, il suo agente Mino Raiola incontrerà la dirigenza bianconera per disegnare il quadro del suo futuro.

Capitolo attaccanti. Paulo Dybala e Alvaro Morata hanno vissuto una stagione altalenante, falcidiata da problemi fisici che hanno tarpato le ali al processo di adattamento dei due giocatori negli schemi di Pirlo. Soprattutto Morata ha bagnato il ritorno in bianconero con 20 reti e 12 assist, e con Allegri cercherà di tornare quel giocatore che nel 2014/15 prese per mano la Juventus verso la finale di Champions League. Stesso discorso per Wojciech Szczesny: l’allenatore ha puntato tutte le sue fiches sul portiere polacco, preferendo confermare lui tra i pali rispetto che acquistare Donnarumma, in uscita dal Milan ed ora promesso sposo del Psg. Un piano, quello di Allegri, per rilanciare quei calciatori in grado di formare l’ossatura per la Juve che verrà.