Asamoah: «Inter e Juve? Non ho notato grandi differenze»

asamoah
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista Kwadwo Asamoah, ha risposto ad alcune domande sul suo addio alla Juventus e sulla sua decisione di approdare all’ Inter

L’ex centrocampista della Juventus Kwadwo Asamoah, ha risposto ad alcune domande riguardanti il suo addio ai bianconeri e sulla sua nuova esperienza in casa Inter.

HO PENSATO AL MIO FUTURO – «Ho avuto l’opportunità di prolungare il mio contratto alla Juventus, e se avessi voluto sarei potuto rimanere. Tuttavia, quando ho pensato al mio futuro e a cosa fosse meglio per me, ho deciso di cambiare club per avere più tempo per giocare e perché è sempre stimolante affrontare una nuova sfida nella vita. È sempre importante mettersi in gioco. L’Inter ha dimostrato di volermi davvero, il che mi ha reso molto orgoglioso e felice».

LE DIFFERENZE TRA I DUE CLUB «Stiamo parlando di due enormi club. Non ho notato grandi differenze. Mi hanno fatto sentire il benvenuto, sopratutto dai miei nuovi compagni di squadra, dallo staff tecnico e da tutti quelli che lavorano all’interno della società. Mi sono sentito subito a mio agio. Non è stato difficile ambientarmi, mi sono sentito subito a casa all’Inter».

MENTALITA’ VINCENTE «È vero che ho vinto molti titoli alla Juve, grazie alla mentalità vincente del gruppo e anche alla mia. La mentalità vincente fa parte di me e si sposa perfettamente con l’obiettivo di Suning di tornare ai vertici in Europa e nel mondo, di gareggiare costantemente in Champions League e di lottare per vincere ancora una volta il campionato. Credo in tutto questo».