Avvocato Grassani contro l’AIC: «Reazione veemente, il dialogo non può cominciare»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

L’Avvocato Mattia Grassani ha rilasciato un’intervista, parlando così dell’AIC in questa situazione delicata per l’Italia

L’Avvocato Mattia Grassani ha rilasciato un’intervista a Il Corriere di Bologna, esprimendo il suo punto di vista sull’attuale situazione in Serie A. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

«La deliberazione della Lega Serie A del 6 aprile mi sembra la più equilibrata: se il campionato sarà interrotto definitivamente gli ultimi quattro stipendi non saranno erogati mentre, se si riprende, la riduzione sarà del 50% sullo stesso periodo. Le reazioni di Aic e Aiac sono state veementi ma in questo modo il dialogo nemmeno può cominciare. Gli sportivi professionisti, soprattutto di vertice, devono mettersi in testa che questa catastrofe ha messo in ginocchio lo sport mondiale e, se non si operano tagli radicali, la prossima stagione molti giocatori saranno senza squadra perché la loro è fallita. Il mio consiglio? Il senso di responsabilità di tutti i protagonisti del calcio, mai come in questo momento indispensabile, dovrebbe consigliare la condivisione di un protocollo attraverso il quale arrivare ad una percentuale indennitaria massima del 20-30% da corrispondere».

Condividi