Bentancur, l’investitura di Chiellini: «Gli manca solo una cosa»

bentancur
© foto www.imagephotoagency.it

Positivo l’esordio di Rodrigo Bentancur contro il Barcellona, Chiellini lo valuta così: «Deve solo prendere qualche chilo»

Troppo magro e troppo forte. E’ sostanzialmente questa la descrizione che fa Giorgio Chiellini del proprio compagno di squadra Rodrigo Bentancur. Il centrocampista classe ’97 arriva dal Boca, in un calcio, quello sudamericano, comunque molto diverso dai ritmi e dalla fisicità europea. Il ragazzo dovrà farsi le ossa, in tutti i sensi. Ma se arrivi alla Juve a 21 anni puoi solo imparare, anzi devi farlo per forza.

Il ruolo dell’uruguaiano nel 4-2-3-1 allegriano è ancora in fase de definizione. Farà da vice-Dybala o comunque da trequartista o da vice-Pjanic? Per attitudini e curriculum Bentancur è un regista, capace di giocare sia davanti alla difesa che davanti alle punte. Il suo esordio, come trequartista “alla Dybala” nell’inedito trio con Sturaro e Lemina, ha dato in ogni caso buoni riscontri. Non per quanto riguarda la sua posizione definitiva in campo, ma per l’atteggiamento e le qualità tecniche di base. Poi naturalmente la riconferma o meno in prima squadra andrà guadagnata al termine del ritiro.

Giorgio Chiellini, uno dei senatori della squadra lo ha già accolto. «Bentancur mi ha fatto una buona impressione. Un ragazzo che a quell’età gioca titolare nel Boca qualità deve averne di sicuro. Alla fine in squadra era uno dei pochi volti nuovi che nessuno conosceva. E’ un ragazzo di prospettiva, sicuramente deve mettere su forza e qualche chilo per giocare ad alti livelli in Italia e in Europa. Ha quel qualcosa che gli permetterà di fare bene qua».