Beruatto: «Papà importante per la mia crescita. Spero di fare quello che ha fatto lui»

beruatto
© foto www.imagephotoagency.it

Pietro Beruatto racconta la sua avventura con la maglia della Juventus e gli insegnamenti di papà Paolo

L’esterno mancino classe 1998 Pietro Beruatto ha parlato ai microfoni di TuttoJuve raccontando le sue esperienze in maglia bianconera, gli obiettivi del futuro e il rapporto con il padre Paolo ex calciatore del Torino e ora allenatore della Juventus Under 16.

L’importanza di papà Paolo Beruatto

«Ha avuto un ruolo importantissimo nella mia carriera. Quando ero più piccolo mi aiutava tanto, avendo giocato tra l’altro nel mio stesso ruolo, e mi consigliava su come posizionarmi in campo e cosa migliorare. Mi ricordo ogni volta quando ero alla Fiorentina: lo specchietto della macchina era la porta e, tornando, mentre guidava mi indicava tutti i movimenti. Adesso sono molto contento per lui, perché secondo me si merita davvero di essere arrivato qui alla Juve. A lui poi piace molto lavorare con i giovani. E dato che noi siamo sempre stati abituati per il suo lavoro a stare divisi sono contento che qui lo vedo tutti i giorni. Quindi in sintesi sì, è stato importantissimo nella mia crescita, ma lo è anche ora. Spero di giocare un giorno ai massimi livelli e riuscire a fare quello che ha fatto mio padre, anche la metà di quello che ha fatto lui.».