Connettiti con noi

News

Bilancio Juve: Covid, tifosi e minori ricavi. Tutti i motivi del rosso

Pubblicato

su

Bilancio Juve: tutti i motivi del rosso dopo l’approvazione della Relazione Finanziaria Semestrale al 31 dicembre 2020

La Juve ha approvato nei giorni scorsi la Relazione Finanziaria Semestrale al 31 dicembre 2020. Ecco i motivi della perdita nel bilancio.

«Occorre inoltre rilevare che il primo semestre dell’esercizio 2020/2021 (contrariamente all’analogo periodo dell’esercizio precedente) è stato fortemente penalizzato – come per tutte le Società del settore – dalla diffusione della pandemia da Covid-19 e dalle conseguenti misure restrittive imposte da parte delle Autorità. La pandemia ha influenzato direttamente e in modo rilevante soprattutto i ricavi da gare e da vendite di prodotti e licenze, con un conseguente – ed inevitabile – impatto negativo sul risultato operativo, sul risultato netto e sull’indebitamento finanziario; inoltre, per il perdurare della pandemia, il semestre in corso rileva maggiori proventi da diritti radiotelevisivi a causa del posticipo dall’esercizio precedente di alcune partite delle competizioni nazionali e internazionali.
Il primo semestre dell’esercizio 2020/2021 chiude pertanto con una perdita di € 113,7 milioni, rispetto alla perdita di € 50,3 milioni del primo semestre dell’esercizio precedente.

Nel dettaglio, l’incremento della perdita del primo semestre dell’esercizio è sostanzialmente imputabile a minori ricavi per € 64 milioni, correlati a minori proventi da gestione diritti da calciatori (€ 55 milioni) e agli effetti direttamente imputabili alla pandemia sui ricavi da gare e da vendite di prodotti, licenze e altri (€ 39 milioni complessivi); tali effetti negativi sono stati in parte compensati da maggiori proventi per diritti radiotelevisivi (€ 27 milioni, correlati al maggior numero di partite di Campionato disputate nel semestre in esame). Nell’ambito dei ricavi, si segnala inoltre il positivo andamento – stante il difficile contesto – dei ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità (in leggero incremento rispetto all’esercizio precedente), nonché l’aumento dei ricavi dell’e-commerce (in incremento del 60%), che in parte compensa l’inevitabile calo dei ricavi tramite canale dei negozi fisici».

LEGGI ANCHE: Titolo Juve Borsa: quotazioni e info utili

Continua a leggere
Advertisement