Connettiti con noi

Hanno Detto

Bonolis: «Juve squadra come tutte le altre. I rigori? C’erano entrambi»

Pubblicato

su

Paolo Bonolis, noto conduttore e tifoso interista, è tornato a parlare della finale di Coppa Italia: le sue dichiarazioni

Paolo Bonolis ha parlato ai microfoni del Corriere della Sera di Juve-Inter.

COPPA ITALIA – «Vinto grazie a due rigori concessi? Sì, è vero, ma c’erano entrambi. Loro hanno fatto due gol su altrettanti rimpalli fortunati. È stata una bella partita, la Juventus ha giocato bene ma la Coppa ce la pigliamo noi! La Juventus è una squadra sempre difficile da affrontare: è stata tosta e combattiva ma noi lo siamo stati di più. E così abbiamo portato a casa un trofeo importante».

BORDATE «Ho temuto di perdere perché il loro primo gol nasce da una deviazione, forse anche abbastanza involontaria. Il secondo, invece, è un pallone tornato sui piedi di Vlahovic dopo una grande parata di Handanovic in uscita. Mi sono detto: “Sta a vedere che gli gira tutta l’acqua per l’orto a questi’. E invece poi è andata bene. Detto questo, che l’Inter fosse più forte della Juventus quest’anno non è che ce lo dovevano dire queste tre partite. Ma sono circa 40 anni che noi tutti, e non solo noi dell’Inter, ci lamentiamo di ciò che succedeva in loro favore. Ora, dopo tanto, la Juventus è tornata a essere una società come tutte le altre, che viene trattata come Inter, Milan, Lazio, Perugia. È una squadra che scende in campo e prende ciò che le spetta e, a volte, ciò che non le spetta. A volte subisce anche ciò che non le spetta, ma questo capita a tutti. Prima non le capitava mai, ecco. Ora è alla stessa stregua di tutte le altre».