Bonucci: «Ci vuole tempo per adattarsi, ma siamo sulla buona strada»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Leonardo Bonucci parla dopo la vittoria della Juve contro la Dinamo Kiev in Champions League. Le sue parole

Ai microfoni di Sky Sport, Leonardo Bonucci ha parlato dopo Juve Dinamo Kiev.

LA GARA «Abbiamo fatto una buona partita. L’obiettivo era vincere per dare un ulteriore stimolo a questa classifica e andare al Barcellona a giocare una grande partita. Vogliamo far crescere l’autostima e crede in ciò che facciamo, dare fiducia ai tanti giovani che sono scesi in campo. Nell’ultimo quarto d’ora ci siamo un po’ allungati, ma nonostante un’azione con una loro potenziale azione da gol, abbiamo fatto una buona partita».

3 A 0 AL BARCELLONA«Non sarà facile ma andremo a Barcellona per fare una buona partita. Giocare queste gare farà in modo che l’esperienza sia maggiore».

ERRORI «Dovevamo scalare meglio con il terzino, Aaron scalare meglio. Eravamo usciti in pressione, loro ci hanno colti impreparati. Sono cose che dobbiamo migliorare. C’è un percorso di crescita, l’obiettivo minimo doveva essere passare il girone e lo abbiamo fatto. A Barcellona ci giocheremo una grande partita, dobbiamo crescere. Quando c’è un’evoluzione ci vuole tempo per adattarsi ma siamo sulla buona strada».

NUOVO ALLENATORE «Siamo al punto in cui dovevamo essere, senza precampionato e con un grande cambiamento. Dobbiamo continuare a fare ciò che stiamo facendo, cercando la voglia, la fame e l’applicazione. La Juventus non può lasciare punte contro squadre come Crotone e Benevento ma questo fa parte del percorso di crescita. Ci sono tanti giovani, c’è un percorso da fare ma vedo molta voglia di crescere per arrivare a grandi obiettivi. Il percorso in campionato non rispetta la nostra forza, dobbiamo migliorare, ma tutte le big stanno facendo fatica. Non deve essere un alibi, dobbiamo crescere e vincere».

750«Magari ci farà lui qualcosa di speciale. In ogni partita festeggia un record, ci fa piacere far parte del suo percorso che è strabiliante».

LEGGI ANCHE: Juve Dinamo Kiev: il racconto del match

Condividi