Connettiti con noi

Hanno Detto

Brocchi su Locatelli: «Aveva un difetto, la Juventus può aiutarlo»

Pubblicato

su

Christian Brocchi ha spiegato i punti di forza di Manuel Locatelli e dove invece può ancora migliorare. Le sue dichiarazioni

L’ex allenatore delle giovanili del Milan Christian Brocchi ha parlato di un suo allievo, Manuel Locatelli che è al centro delle voci di mercato in questi giorni. Le sue parole a La Gazzetta dello Sport:

GIOVANILI MILAN – «Ai tempi vedevano tutti in lui un giocatore di qualità superiore, era uno dei più forti del settore giovanile. Lo feci esordire a San Siro con la speranza che fosse la prima di tantissime partite»

L’UNICO DIFETTO – «Dovetti convincerlo a sporcarsi un po’ di più i pantaloncini. Giocava solo ed esclusivamente sulle sue qualità, sulle azioni singole. Ma non basta nel calcio di oggi. E allora l’ho aiutato a capire quanto è importante il sacrificio per la squadra. Per arrivare ad alti livelli serviva sacrificarsi un po’ di più anche senza palla tra i piedi. E lui col tempo ha alzato anche il livello agonistico oltre a quello tecnico»

LE DIFFICOLTA’ – «Per i giovani le prime partite sono facili, tutti applaudono anche se non fai benissimo. Poi quando tocchi l’apice, e per Loca è stato il gol alla Juventus, la gente inizia a aspettarsi tanto, troppo e che risulti sempre decisivo. Allora sono aumentate pressioni e critiche e forse ai tempi non era ancora in grado di gestirle»

JUVENTUS – «Essendo una grande squadra saranno più le partite in cui dovrà imporre il proprio gioco tenendo la palla tra i piedi rispetto a quelle in cui non lo avrà. Quindi andare a giocare in una big può aiutarlo ancora»

CON ALLEGRI – «Max è un allenatore bravissimo con tante certezze e esperienza. Lo aiuterà a fare un altro passetto in avanti. Se proprio devo trovare una cosa in cui può ancora migliorare è segnare qualche gol in più»

Continua a leggere
Advertisement