Calciomercato Juve: Marotta ricuce con la Samp

marotta
© foto www.imagephotoagency.it

Ieri sera a Milano vertice di calciomercato tra Juve e Samp: archiviata la vicenda Schick, si è parlato di numerosi profili. Il primo nome sul taccuino di Beppe Marotta è quello di Lucas Torreira

Patrik Schick chi? L’incubo di mezza estate che ha tormentato le notti insonni del presidente Massimo Ferrero sembra essere ormai acqua passata in casa Sampdoria. Dimenticati i dissapori legati al mancato trasferimento dell’attaccante ceco alla Juventus, bianconeri e blucerchiati sono tornati a sedersi a un tavolo per discorrere amabilmente di calciomercato. Il vertice si è tenuto ieri sera a Milano e ha visto al volo l’ad Beppe Marotta. Tanti i profili al certo della discussione (segno che i rapporti tra i due club potrebbero tornare sereni), uno su tutti: Lucas Torreira, da tempo in cima alla lista dei dirigenti bianconeri, che lo hanno più volte monitorato. Il centrocampista, che fa gola alla Juve per giugno, potrebbe essere ingaggiato già a gennaio per poi essere lasciato a Genova sino all’estate.

TORREIRA – Di mezzo potrebbero esserci tanti, tantissimi milioni di euro. Anche perché Torreira è la vera sorpresa di questa Serie A: il nuovo Pizarro, che ricorda per aspetto fisico e caratteristiche, a soli 21 anni è uno dei centrocampisti più completi del nostro campionato (la Juve c’è da diversi mesi). Di fioretto e di sciabola, l’urugagio sa far bene praticamente tutto. Bravo a ricamare e a dettare i tempi col pallone tra i piedi, altrettanto efficace nell’aggredire il portatore avversario con tempismo e intensità da mediano consumato. E segna anche: ricordate Samp-Juve dello scorso 19 novembre? Il piccolo pitbull del centrocampo della Sampdoria è decisamente pronto per il salto in una grande del calcio europeo. Piace anche parecchio ad Inter e ad Atletico Madrid: insomma c’è da anticipare la concorrenza, pronta a scatenarsi la prossima estate. Chissà, insomma, che l’obiettivo di prospettiva del calciomercato di gennaio 2018 abbia nome e cognome.

Le vie del calciomercato sono infinite: da Kownacki a Mandragora, tutte le altre operazioni sul rovente asse Juventus-Sampdoria

L’asse Torino-Genova, ovvero Juve-Samp, è stata più volte trafficata. E anche in questa occasione il discorso va ampliato considerevolmente. Perché la gioielleria Samp ha in vetrina diversi gioielli sfarzosi e appetibili. Ieri Marotta avrebbe fatto anche i nomi di Dennis Praet e di Dawid Kownacki. Il primo è un pupillo di Massimiliano Allegri: centrocampista belga classe ’94  dalle spiccate doti offensive, gioca indistintamente da mezzala o da trequartista con grande applicazione e qualità. Il polacco Kownacki invece, considerato in patria il nuovo Lewandowski, in Serie A ha la spaventosa media di un gol ogni 61 minuti giocati e, a soli 20 anni, rappresenterebbe un investimento dal sicuro avvenire.

In casa Sampdoria, invece, si prendono fortemente in considerazione alcuni giovani di proprietà Juve. In particolare Mandragora, attualmente in prestito al Crotone, senza escludere l’opportunità Orsolini, all’Atalanta in avvio di stagione e alla ricerca di nuova destinazione non avendo trovato molto spazio. Entrambi sono di proprietà Juve e spendibili in una eventuale maxi trattativa per Torreira, così da abbassare la richiesta cash. Da monitorare anche le posizioni di Cerri (Perugia) e Mattiello (Spal), giocatori mandati a fare esperienza in giro per l’Italia e ora possibili pedine da sacrificare per arrivare ad obiettivi più altisonanti. Il gioco del mercato ricomincia, insomma, tra strettissima attualità e programmazione. L’asse Juve-Sampdoria, dopo il gelo estivo, è di nuovo rovente e pronto a regalare colpi da prima pagina.