Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Calciomercato Juve: tesoretto per l’estate! Riscatti e addii: chi può finanziare i nuovi colpi

Pubblicato

su

Calciomercato Juve: dai riscatti e dagli addii può arrivare il finanziamento dei nuovi colpi per l’estate

L’opera di rifondazione della Juve è partita da gennaio, o meglio dalla scorsa estate quando Massimiliano Allegri ha fatto ritorno in panchina. Poi Vlahovic e Zakaria acquistati nel calciomercato invernale, anticipando quelle che erano le mosse già pianificate per l’estate. L’addio di Dybala già metabolizzato a marzo, ed ora diversi casi di giocatori in scadenza ancora da risolvere. La Juventus vivrà un’altra estate intensa in chiave mercato, per proseguire la sua linea di rifondazione con nuovi colpi che rispettino i parametri societari. Il tesoretto potrebbe arrivare non solo dalle cessioni, ma anche da quei calciatori attualmente in prestito e che potrebbero anche non fare ritorno a Torino.

Calciomercato Juve: tesoretto in vista per l’estate? Le novità

Partiamo da Dejan Kulusevski. 13 presenze, 3 gol e 6 assist da gennaio al Tottenham per lo svedese, che ha avuto un impatto devastante nella squadra di Antonio Conte. Kulusevski è in prestito fino al 30 giugno 2023, ma non è da escludere che gli Spurs decidano di anticipare il riscatto del classe 2000, facendo valere l’opzione d’acquisto e versando i 35 milioni pattuiti al momento della firma. Più spinosa la situazione Merih Demiral, a titolo temporaneo all’Atalanta con diritto di opzione. Nelle prossime settimane, la Dea dovrà decidere se riscattare il centrale turco dalla Juventus per una cifra vicina ai 28 milioni di euro. Il club bergamasco potrebbe anche meditare un colpo ‘stile Romero’, riscattando Demiral e vendendolo poi ad una cifra più alta (fari accesi del Real Madrid).

Sembra quasi certo, invece, il riscatto di Rolando Mandragora da parte del Torino. 9 milioni di euro dovrebbero finire nelle casse del club bianconero, mentre per Marko Pjaca al momento è difficile ipotizzare un riacquisto da parte dei granata. Ivan Juric è un estimatore del croato, ma la scarsa continuità e i tanti infortuni farebbero vacillare il Toro dal versare i circa 6 milioni di euro pattuiti per rilevarne interamente il cartellino. Altre tre situazioni da monitorare: Felix Correia (diritto di riscatto del Parma e controriscatto della Juve), Kastanos (stessa formula con la Salernitana) e Marco Olivieri (diritto di opzione/contropzione e obbligo di riscatto col Perugia).

Per quanto riguarda le cessioni, un nome in uscita potrebbe essere quello di Alex Sandro. Affidandosi alla valutazioni di Transfermarkt, la Juventus potrebbe monetizzare circa 9 milioni dall’addio del brasiliano, risparmiando anche sull’ingaggio da 6 milioni che attualmente percepisce. Da non escludere anche un possibile addio in mezzo al campo: uno fra Rabiot (valutato 18 milioni) e Arthur (20 milioni) potrebbe partire? La partenza, seppur a zero, di Dybala permetterà alla Juve poi di alleggerire il monte ingaggi, risparmiando i 7 milioni annui percepiti dall’argentino. Se Bernardeschi, ancora alle prese con il rinnovo, dovesse seguire la sua strada, ecco che i bianconeri andrebbero a risparmiare anche i suoi 4 milioni.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.