Caso arbitri, il fischietto anonimo parla di errore in Fiorentina Inter
Connettiti con noi

Hanno Detto

Caso arbitri, il fischietto anonimo parla di errore in Fiorentina Inter

Pubblicato

su

Nel corso della trasmissione di questa sera de “Le Iene”, si tornerà a parlare del caso arbitro. Ecco le dichiarazioni del fischietto anonimo

Questa sera su Italia 1, andrà in onda una nuova puntata de “Le Iene” e tornerà a parlare l’arbitro anonimo che sta mettendo in luce alcune anomalie nel sistema arbitrale nel corso di questo campionato.

Inviato: «Come va questa caccia all’uomo? Ti hanno trovato?»
Arbitro anonimo: «No, non mi hanno ancora trovato, è una ricerca incessante che prosegue su vari fronti…si fanno diversi nomi, c’è più di un sospettato, ma sono ancora qui libero di parlare e dire quello che secondo me non va nel mondo degli arbitri».
Inviato: «In queste giornate ci sono stati episodi degni di nota?»
Arbitro anonimo: «Per esempio, due giornate fa, durante Fiorentina Inter, in cui non è stato concesso un calcio di rigore evidente a favore della Fiorentina, per una trattenuta prolungata da parte di Bastoni sul giocatore della Fiorentina Ranieri. In questa azione Bastoni non si preoccupa mai di arrivare a contendere il pallone, ma solo di ostacolare il suo avversario. Qui il Var Marini sarebbe dovuto intervenire per far rivedere l’azione ad Aureliano, l’arbitro in campo: Che commette anche un altro errore: non fischia calcio di rigore per l’uscita di pugno del portiere dell’Inter Sommer sull’avversario Nzola, colpisce la palla e poi anche la testa dell’avversario. Qui correttamente il var chiama l’arbitro a rivedere la sua decisione errata e infatti Aureliano sarà costretto a concedere il rigore. Da notare che invece un episodio molto simile in Cagliari Milan della passata stagione, cioè l’uscita di pugno di Maignan su Lovato, non fu punita né dall’arbitro né dal Var. Come vedete episodi simili, quasi identici, una volta il Var interviene l’altra no. I tifosi non capiscono, ma vi assicuro neanche noi arbitri…»
Inviato: «E durante l’ultima giornata ci sono stati altri errori?»
Arbitro anonimo: «Purtroppo sì, in Napoli Verona c’è un evidente fallo da rigore per intervento di Cobal che con la sua gamba destra colpisce la gamba destra di Kvaratskhelia prima di toccare il pallone. Tecnicamente l’azione è da inquadrare in due fasi, è nella prima fase che scatta la punibilità, perché il difensore crea un danno all’attaccante. Il fatto che nella seconda fase il difensore tocchi anche il pallone non rileva ai fini del decretare o no il calcio di rigore. Qui l’arbitro valuta erroneamente il contatto come non falloso, ma inspiegabilmente anche Il Var non interviene. Eppure, le immagini sono chiare e inequivocabili».
Inviato: «Quest’anno possiamo dire il Napoli non sia molto fortunato con gli arbitri?»
Arbitro anonimo: «Si, in effetti il Napoli ha avuto una serie di episodi sfavorevoli in questo senso».
Inviato: «Fa bene De Laurentiis a lamentarsi?»
Arbitro anonimo: «Fa bene, non gli si può dire nulla, ma fino ad adesso le sue lamentele non hanno portato a molto…è vero che dal 2020 sono cambiati gli uomini, e c’è anche un minimo di trasparenza in più perché almeno a fine partita sappiamo che voto abbiamo preso dagli osservatori. Però il sistema è rimasto sostanzialmente lo stesso e il 90 per cento delle critiche che Marelli faceva nel 2020 sono attualissime anche adesso. Fin che l’Aia non avrà l’indipendenza economica dalla Figc e finché sarà tutto in capo ad una sola persona, che oggi è Il Presidente, senza una vera divisione dei poteri e possibilità di critica, ci saranno sempre tanti problemi»
Inviato: «Perché secondo te Marelli ha fatto questa sorta di marcia indietro?»
Arbitro anonimo: «L’unica cosa che davvero è cambiata è che Marelli nel 2020 non aveva ruoli ufficiali, oggi invece commenta i casi da moviola per Dazn. Forse preferisce mantenersi al di fuori delle polemiche?»

Copyright 2023 © riproduzione riservata Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l P.I.11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.