Caso CR7, ecco come vanno smontate le accuse

© foto www.imagephotoagency.it

Questa non è un’arringa pro o contro CR7. Non siamo giudici, siamo prima di tutto uomini, per questo abbiamo il dovere di difendere la giustizia stessa, con la ragione e il buon senso

Per fare chiarezza sul caso CR7 abbiamo interpellato un attento  professionista nonché anche grande appassionato bianconero, l’avvocato Roberto De Fede. Ecco il suo punto di vista.

…I testimoni si allontanano, le prove si offuscano, si smarrisce la memoria delle circostanze, il presunto colpevole rassicurato dal silenzio della presunta vittima rimane vittima egli stesso di una accusa tardiva e ordita di sovente con astuzia e con frode da chi vuole soltanto speculare sul presunto danno subito, convertendo in lucro la “sventura” di aver infinocchiato un giovane, bello e ricchissimo”!

Canovaccio di casi giuridici, questo, antichissimo quanto il diritto stesso! Perché l’accusa dopo nove anni, in questo momento e dopo una “transazione” pagata (pare dal Real!)? Forse perché il passaggio alla Juve ha fatto da “tam tam” e ha innescato in alcune menti ricordi e probabilità di facile guadagno?

Il pagamento dell’accordo non è affatto una prova di colpevolezza, anzi, è il voler evitare una conseguenza roboante “inattesa e vile” dopo una notte d’amore! Lo stupro? Stupra chi “con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità costringe taluno a compiere o subire atti sessuali”. In Italia è così. Negli USA dal 2014 la legge richiede consenso “affermativo, cosciente e volontario” a qualsiasi forma di interazione sessuale. Nella prassi giuridica quindi il nodo centrale per stabilire se c’è stata violenza sessuale è ancora una volta il consenso o la sua mancanza. Dopo nove anni l’accusa.

Nei mesi scorsi tante donne hanno accusato. Sarà emulazione e voglia di dollari? Mi auguro solo che il dramma della signora “x” stuprata sul serio non resti ignorato e impunito a causa delle tante speculatrici! E si ode che CR7 rischia…estradizione…carcere…fine carriera. Che giustizia sia fatta davvero, ma col buon senso e la ragione, rispolverando anche se del caso i principi immortali dell’Illuminismo.

Articolo precedente
Guarino: «Partita equilibrata. Decideranno i dettagli». Salvai: «Temo Ilaria Mauro» – VIDEO
Prossimo articolo
tifosi juveChiusura Curva Sud, il Movimento Consumatori: «Juve pensi ai rimborsi»