Connettiti con noi

Hanno Detto

Chiellini: «Contratto di due anni alla Juve? Non avevo voglia di discutere»

Pubblicato

su

Chiellini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Svizzera Italia. Le sue parole anche sul biennale con la Juve

Giorgio Chiellini ha parlato in conferenza stampa in vista della partita in casa della Svizzera. Ecco le dichiarazioni del capitano della Nazionale e della Juventus.

BIENNALE CON LA JUVE – «I due anni sono più per evitare di star lì a discutere ogni volta, ma io mi godo il momento. Ora sto bene, sono felice, senza pormi limiti ma anche senza darmi traguardi troppo lontani».

SVIZZERA – «Domani sarà una partita importante, ma lo sarebbe stata anche in caso di vittoria contro la Bulgaria. Non credo sarà decisiva, me lo auguro perché sarebbe decisiva solo in caso di sconfitta. È importante, molto importante, ma in caso di pareggio o vittoria non sarà determinante. Servirà lucidità, la prima gara di settembre è sempre la più ostica».

BULGARIA «Contro la Bulgaria abbiamo pagato dazio, accadde anche un anno fa (contro la Bosnia, ndr) e speriamo ora di fare lo stesso percorso».

VITTORIA DELL’EUROPEO – «Penso che il risultato finale sia stato bugiardo. È stata equilibrata fino al 2-0. Ricordo di una squadra che ci mise in difficoltà nel palleggio e che ci ha creato problemi in qualche ripartenza. Rispetto al 3-0 con la Turchia, fu una partita completamente diversa. La Svizzera è una squadra forte e pericolosa. Domani per vincere non basterà una partita sufficiente».

GOL SUBITI – «È una questione di dettagli, bisogna sempre stare sull’attenti. Abbiamo perso quei dettagli, ma nella fase finale dell’Europeo è normale che il livello si alzi».