Cobolli Gigli a sorpresa: «Scudetto? Da juventino dico che non bisogna assegnarlo»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Giovanni Cobolli Gigli, ex presidente della Juve, ha rilasciato un’intervista, parlando anche dell’assegnazione dello Scudetto

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Stadio Aperto, Giovanni Cobolli Gigli ha espresso il suo punto di vista sull’attuale situazione nel campionato italiano. Di seguito riportate le dichiarazioni dell’ex presidente della Juve.

RIPRESA«La situazione è di estrema emergenza, e si cerca di trovare una soluzione, che ancora non è detto sia fattibile, per provare a salvare capra e cavoli, finendo questo campionato così da aver accesso anche alle varie coppe in futuro, che sono state posticipate. Sembrerebbe che la Serie A marci verso un’idea, mentre la B e ancor più la C sono in una situazione di stallo o con idee differenti. C’è interscambio di squadre tra la A e la B, e non capisco come vogliano studiare. Credo che dopo le tante beghe la Serie A ne uscirà ancora abbastanza unito, pur tra qualche mugugno, mentre trovo che se non si finisse la stagione non è corretto assegnare lo Scudetto. E parlo da tifoso della Juventus, chi è primo avrebbe potuto essere recuperato da altri. Ci sono interessi per miliardi di euro in ballo, capisco le osservazioni della Pellegrini, ma di certo c’è un maggiore interesse verso questo business».

Condividi