Connettiti con noi

Hanno Detto

Colantuono: «La Juve avrà il dente avvelenato, ma ce la giocheremo» – VIDEO

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

L’allenatore della Salernitana, Stefano Colantuno, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Juve

Stefano Colantuono è intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita contro la Juve di domani sera.

Le dichiarazioni dell’allenatore della Salernitana.

EMERGENZA – «C’è sempre il rammarico di essere costantemente in emergenza. Domani mattina è previsto un altro allenamento, anche per questo non ho diramato la lista dei convocati. Qualcuno lo abbiamo recuperato, per altri è una situazione ai limiti. Ribery? Vediamo domani, ci sono altre 24 ore di tempo e proveremo a sfruttarle al massimo. Non è manco detto sia convocato. Ha avuto problemi di un certo tipo, vedremo domani. Ho grosse perplessità. Sugli altri ci sono più possibilità».

JUVE – «Le partite vanno giocate, scopriremo domani se avranno punti deboli. Occorrerà l’atteggiamento giusto, speriamo di sfruttare quelle occasioni che si potranno presentare. La Juventus ha perso l’ultima partita e verrà qui con il dente avvelenato, ma la mia esperienza insegna che ogni gara va giocata. Al fischio di inizio partiremo 0-0, poi vedremo cosa succede. E’ normale: recitano un ruolo diverso rispetto al nostro, la Salernitana però deve essere gagliarda un po’ come accaduto contro il Napoli che, ad oggi, è la squadra più forte del campionato. . Occorrerà un match importante, quasi sempre il risultato è figlio della prestazione fermo restando che la Juventus ha calciatori che possono risolverla da soli in qualunque momento. Noi diamo il massimo, pronti a soffrire senza aver paura di affacciarci dall’altra parte. Altrimenti sarà dura».

PRONOSTICI – «Se ci soffermiamo sui pronostici parliamo d’aria fritta, noi siamo una neopromossa che non faceva la serie A da tanti anni e viviamo un campionato molto difficile. Bisogna attrezzarsi parecchio per fare un campionato all’altezza, come tutti abbiamo pregi e difetti. Partiamo 0-0, poi vedremo al 90′ se saremo stati bravi a difendere, ad attaccare».