Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Allegri pre Genoa: «Serenità totale, ci serve un filotto» – VIDEO

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza stampa Allegri: le dichiarazioni del tecnico bianconero dall’Allianz Stadium alla vigilia di Juve Genoa

(inviato all’Allianz Stadium) – La Juve vuole dare continuità alla vittoria sul campo della Salernitana: obiettivo centrare il secondo successo consecutivo a partire da domenica contro il Genoa all’Allianz Stadium.

Nel giorno di vigilia, sabato 4 dicembre, Massimiliano Allegri interviene in conferenza stampa alle 14 per presentare il match davanti ai media. Juventusnews24 segue LIVE le sue parole.


PARTITA – «Bisogna tornare alla vittoria, in casa ne abbiamo perse tre. Il Genoa viene da due sconfitte e un pari col nuovo allenatore che è molto bravo anche se è giovane. Ha ottenuto ottimi risultati con l’Ucraina. Con me alla Juve le partite col Genoa sono sempre state complicate. Per noi è importante e dobbiamo giocarla nel modo migliore possibile».

GIOVANI – «Pellegrini e Kulusevski dovrebbero giocare, gli altri vedo domattina. A Salerno è stata una bella partita con tanti Under 23 in campo a testimonianza del bel lavoro della società. Poi ci sono quelli più esperti che stanno riposando. Mercoledì abbiamo la Champions e poi di nuovo in campionato. È importante recuperare».

LOCATELLI – «Per ora sta ancora in piedi, domani gioca. Vediamo quando farlo recuperare. Quando ti manca poi l’energia mentale fai fatica a fare una partita fisica ma lui ora sta discretamente bene».

FILOTTO – «Non l’abbiamo fatto, ma c’è sempre una prima volta. La partita di Salerno è stata una buona partita, domani non possiamo permetterci di steccare. Dobbiamo giocare con serenità e tecnica».

DE SCIGLIO E MCKENNIE – «Dovrebbero tornare con la squadra settimana prossima»

RAMSEY – «È ancora ai bordi del campo e non è ancora disponibile».

RABIOT – «Rabiot nella Francia gioca nei due di metà campo, in questo momento fa meglio quel ruolo che la mezzala. È l’evoluzione del giocatore».

MORATA – «Morata ha fatto bene come Kean. Domani mattina valuterò chi far giocare. Ma sono contento di tutti e due».

ARTHUR – «Non ho ancora deciso se giocherà, valuterò domattina. Ma è un grande professionista oltre che è un ottimo calciatore. Quando è stato chiamato in causa ha fatto la sua parte nel modo migliore possibile. È un buon segno e ci sono tante partite».

BERNARDESCHI – «Sta bene, a Salerno ha fatto bene. Negli ultimi due allenamenti un po’ me no ma sta bene».

TANTI INFORTUNI IN SERIE A – «In questi quasi due anni è cambiato tanto. Il campionato è stato fermo e poi si sono concentrate tante partite quando i giocatori erano abituati a riposare. Le Nazionali hanno compresso le partite e sono stati due anni anomali. Sulle tante partite ci sono gli organi di competenza che valutano il da farsi nel bene dei calciatori e dello spettacolo. Sono bravi e troveranno una soluzione per far sì che lo spettacolo sia massimale e ci siano meno infortuni».

SERENITA’ – «È totale, dobbiamo cercare di fare un filotto. Non ho nulla da commentare perché la società è uscita con dei comunicati e ha dei professionisti che si stanno occupando della vicenda. Noi siamo totalmente sereni»

RIPRENDERSI LA SCENA – «Ci vuole un pezzetto alla volta perché siamo ritardo in classifica. Vinciamo domani, chiudiamo il girone di Champions e poi vediamo a Venezia cosa siamo in grado di dare».

Advertisement

Facebook

Advertisement