Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Allegri: «Se non fai una partita da provinciale, ti fai male» – VIDEO

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza stampa Allegri pre Venezia Juve: le dichiarazioni alla vigilia del tecnico bianconero che presenta così il match

(Marco Baridon inviato all’Allianz Stadium) – La Juventus, reduce dalla vittoria col Malmoe e dal raggiungimento del primato nel gruppo H di Champions League, vuole inanellare la terza vittoria consecutiva in Serie A. Avversario di giornata il Venezia in un match per cui Massimiliano Allegri ha chiesto la massima allerta.

Nel venerdì di vigilia della partita, il tecnico bianconero ha presentato il match in conferenza stampa. JuventusNews24.com ha seguito l’evento in diretta e trascrive le dichiarazioni.


PROSSIMO STEP DELLA JUVE – «Il prossimo step è la partita di domani. E’ una partita complicata perché il Venezia in casa ha segnato molto. E’ una squadra che gioca, spensierata, e viene da una sconfitta col Verona in cui avevano dominato. Cercheranno un’impresa storica e noi dovremo metterci al piano loro. A quel punto le qualità tecniche vengono fuori ma bisogna avere l’approccio giusto».

INFORTUNATI – «De Sciglio sta bene. McKennie ha lavorato parzialmente in gruppo e si aggrega settimana prossima. Ramsey è ancora fuori. Arthur stamattina è arrivato tardi all’allenamento e non sarà convocato».

PERCENTUALE REALIZZATIVA – «Non è una questione di guarigione, spazi o non spazi. E’ una questione di percentuale realizzativa per cui siamo sotto la media. Dobbiamo essere più cattivi. Per far gol dobbiamo fare cinque occasioni, è poco. Domani è una partita a rischio grosso se la interpretiamo male».

4-2-3-1 – «Se giocherà De Sciglio Cuadrado verrà spostato più avanti e Bernardeschi tornerà a sinistra, in cui fa meglio rispetto che a destra perché ha più liberta».

COME STA DYBALA – «Dybala sta bene, ha lavorato con la squadra ed è pronto per giocare».

PRESTITO PER KAIO JORGE – «Non abbiamo preso in considerazione questa ipotesi. Piano piano troverà il suo spazio e giocherà».

ATTENZIONE SUBITO SUL VENEZIA – «L’andamento nostro di quest’anno è questo. Questo momento è importante, dobbiamo dare un segnale. Deve essere una prestazione di alto livello».

ARTHUR – «È semplice, è arrivato in ritardo. Non è giusto, quindi non farà parte dei convocati. Da quando riprenderemo gli allenamenti tornerà a lavorare con la squadra. Son cose che capitano».

DIFFICOLTA’ A VENEZIA – «È un campo che nessuno conosce, solo Chiellini e io nel lontano ’85. È strano, prendi il traghetto. Se non vai lì e non fai una partita provinciale tra virgolette, rischi di farti male».

PELLEGRINI – «Luca è cresciuto molto. Ha molti meriti in questo, perché ha voluto rimanere alla Juve, può ancora migliorare. È una valida alternativa per Alex Sandro».

UNICA ITALIANA PRIMA NEL GIRONE IN EUROPA – «Critiche sul gioco? In tanti dicono tante cose, in pochi le indovinano. Il calcio è bello perché opinabile. Mi dispiace che sia Atalanta e sia Milan siano uscite. Il Milan dopo tanti anni è tornato in Champions e aveva un girone difficile, spiace anche per l’Atalanta. Il primo posto è una soddisfazione, ma in questo momento non dobbiamo pensare alla Champions ma al campionato in cui siamo in ritardo».

APPROCCIO COL VENEZIA – «Noi siamo sempre a Pasqua, come l’uovo c’è sempre la sorpresa dentro. Speriamo domani sia una bella sorpresa».

RISPOSTA A SACCHI – «Quando parla lo fa con tanta passione, ama il calcio. Quello che dice lui va sempre ascoltato».

Advertisement

Facebook

Advertisement