Conferenza stampa Mandzukic: «Ecco perché ho scelto l’Al Duhail» – VIDEO

Iscriviti

Conferenza stampa Mandzukic: l’attaccante croato ha parlato nella presentazione con il suo nuovo club, l’Al Duhail

L’addio di Mario Mandzukic alla Juve si è consumato dopo una lunga fase di gelo: l’attaccante croato è uscito dal progetto tecnico di Maurizio Sarri sin da subito e la cessione è stata inevitabile.

Mandzukic ha scelto il club qatariota dell’Al Duhail, squadra in cui milita anche l’ex bianconero Benatia. L’attaccante croato ha parlato quest’oggi in conferenza stampa. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

AL DUHAIL – «Vorrei ringraziare tutti all’Al-Duhail Club perché finora ho trascorso giorni meravigliosi e ho ricevuto l’aiuto di tutti dentro e fuori dal campo. Mi sono sentito a casa e sicuramente mi sento a mio agio, e questo è molto buono per me».

TROFEI – «Sto lavorando duramente per deliziare i fan del club e ottenere titoli, e ora sono in un club che ha vinto molti trofei, e finora questo principio non è cambiato e non sarà facile. Riusciremo a vincere titoli».

PASSIONE – «Sono ancora entusiasta e ho una passione dentro di me di giocare a calcio, vincere, correre e mostrare i miei migliori livelli con il club nel prossimo periodo, e aiuterò la squadra a raggiungere i titoli».

BENATIA – «È un giocatore meraviglioso e una persona meravigliosa, e la sua presenza è utile per me e ho parlato con l’allenatore Faraya, che ha grandi esperienze».

SCELTA – «Ho avuto abbastanza tempo per riflettere su tutte le offerte che ho ricevuto e la mia professionalità a lungo termine in Europa mi ha fatto riflettere seriamente sulla ricerca di un altro posto in cui continuare a lavorare. Il club, che mi ha fatto capire la sua passione per il calcio, nonché i miei discorsi con l’allenatore e con Benatia che ha elogiato il club e l’esperienza che sta vivendo ora».

SARRI – «Non mi piace parlare del passato. Guardo avanti. Tutto quello che volevo dire l’ho messo sui social, non voglio ripetermi».

ALLEGRI«Ogni allenatore è diverso, ho imparato qualcosa di nuovo da tutti. Sono contento di aver lavorato con lui».

RONALDO «Lo conoscono tutti, è un top player, giocatore incredibile. Lavora tanto su se stesso. Mi è piaciuto davvero giocare con lui. Ci capivamo perfettamente».

Condividi