Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Paredes: «Da sempre volevo venire alla Juve. Di Maria…» – VIDEO

Pubblicato

su

Conferenza stampa Paredes: le parole del nuovo acquisto della Juve, nel giorno della sua presentazione in bianconero

(inviato all’Allianz Stadium)Leandro Paredes ha chiuso una campagna acquisti importante quest’estate per la Juve. Il centrocampista è stato l’ultimo arrivo in casa bianconera, e ha già collezionato le sue prime apparizioni con la squadra di Allegri.

Venerdì 9 settembre è il Paredes-day a Torino. L’argentino è intervenuto in conferenza stampa alle 14.30 all’Allianz Stadium, per presentarsi davanti ai media. Juventusnews24 ha seguito LIVE le sue parole.


PRIME IMPRESSIONI – «Ciao a tutti. Le impressioni sono sempre buone. Sono arrivato in una grande squadra, con giocatori forti e un allenatore molto forte. Possiamo fare molto meglio rispetto alle prime due partite, sono felice di essere qua e spero di dare il mio contributo alla squadra in tutte le partite».

COSA PUO’ DARE PAREDES IN PIU’ ALLA JUVE – «Cercherò di dare sempre il 100% di me, quello che chiede il mister e sapere di cosa ha bisogno la squadra in ogni momento ed essere pronto ad aiutare, far giocare la squadra, essere vicino ai centrali di difesa. Un po’ di tutto dai».

ESTATE CON DI MARIA – «Dal momento che ho saputo che lui veniva qua, abbiamo iniziato a parlare della mia possibilità di venire qui. Abbiamo iniziato a parlare con le famiglie, che sono amiche. Dopo un paio di giorni abbiamo deciso di venire qua. Sapevamo della possibilità e abbiamo fatto di tutto per venire».

QUANTO E’ CAMBIATA L’ITALIA E QUANTO E’ CAMBIATO LUI – «Ho giocato solo una partita in Serie A fino adesso, non posso dire cosa è cambiato. Io sono cresciuto tantissimo, sono maturato come giocatore e come uomo. Solo questo posso dire».

GIOCATORE VERTICALE – «È una cosa che mi ha chiesto il mister appena sono arrivato, di giocare in verticale e che ho sempre cercato di fare. So che posso darla alla squadra e spero di poterla fare».

PERCHE’ HA SCELTO LA JUVE – «Ho scelto la Juve perché è una squadra in cui ho sempre voluto venire. Tante volte ho avuto la possibilità di venire e quest’anno è stata la decisione corretta. Volevo giocare, tornare in Serie A e giocare in questa squadra e sono felice di essere qui».

PAURA CHE L’AFFARE SALTASSE – «Sono stato sempre molto tranquillo, avevo molta fiducia non solo in me ma anche nella società. Abbiamo parlato tante volte, loro erano quasi convinti nel fare questa scelta. Ero tranquillo e ora sono molto felice».

MARCHISIO – «Sì, lui è uno dei tanti che mi ha scritto prima di venire. Voleva che io giocassi in questa squadra. Ho avuto un bel rapporto quell’anno in cui siamo stati insieme (allo Zenit San Pietroburgo ndr), ringrazio lui per le sue parole».

DOPO IL PSG, COSA MANCA IN EUROPA – «Dopo i primi 20′ abbiamo fatto una grandissima partita, dimostrando di essere una grande squadra e di poter lottare contro tutti. Speriamo di continuare a lavorare, a migliorare e sicuramente avremo sempre risultati positivi».

DIFFERENZE RISPETTO ALLA ROMA – «Sono due partite che sono arrivato qua, spero di continuare a vedere le cose che ci sono qua, non solo alla Juve ma in Serie A. Cercheremo di giocare meglio di quanto stiamo facendo e di raggiungere risultati positivi che nelle ultime due partite non è successo».

PREFERISCE DAVANTI ALLA DIFESA OPPURE PIU’ AVANTI – «Andare a prendere palla è ciò che mi piace, cercarla vicino ai centrali, vicino alla porta nostra, per portarla su. Mi piace quel ruolo lì e cercherò di farlo sempre meglio».

IN COSA PUO’ MIGLIORARE LA JUVE  – «Per me sempre si può migliorare, anche quando le cose van bene e vinci le partite. Abbiamo fatto meglio a Parigi rispetto che a Firenze. Potremo fare ancora meglio. Abbiamo giocatori forti e un allenatore forte, sicuramente fare molto meglio».

A QUALE VINO SI POSSONO PARAGONARE LUI E DI MARIA – «Non conosco tanti vini, quindi non posso paragonare».

SALERNITANA – «Tutte le partite sono importanti. Abbiamo giocato una partita importante a Firenze, poi ne abbiamo giocata un’altra più difficile a Parigi e ora ne abbiamo un’altra difficile in casa con la Salernitana. Speriamo di fare meglio delle scorse e vincere che è la cosa più importante».

CONVINCERE DI MARIA A RIMANERE UN ALTRO ANNO – «Spero. Gli ho già detto due volte da quando sono arrivato che deve rimanere un altro anno con noi. Spero di farlo rimanere».

OBIETTIVI IN NAZIONALE E NEL CLUB – «Prima di far bene alla Juventus, devo fare bene fino al Mondiale e pensare solo alla Juventus. Poi quando arriverà il tempo penserò anche alla Nazionale. Prima devo pensare a stare bene qua, a giocare e raggiungere gli obiettivi e poi penseremo alla Nazionale».

Facebook

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.