Connettiti con noi

News

Conferenza stampa Pirlo: «Samp temibile. Mercato? Possiamo anche rimanere così» – VIDEO

Pubblicato

su

Conferenza stampa Pirlo: le parole del tecnico alla vigilia di Sampdoria Juve, valida per la 20ª giornata di Serie A

Dopo la vittoria in Coppa Italia, ad attendere la Juve c’è il l’anticipo del sabato, valido per la 20esima giornata di Serie A. I bianconeri scenderanno in campo contro la Sampdoria: il match si giocherà sabato 30 gennaio alle 15.00 allo Stadio Luigi Ferraris.

Alla vigilia della sfida, Andrea Pirlo è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match. JuventusNews24.com ha seguito come sempre le sue dichiarazioni live. Ecco le sue parole.


SAMPDORIA – «La Samp è una buona squadra che viene da un ottimo periodo. Ha fatto delle vittorie importanti, sta attraversando un periodo positivo. Dal mercato sono arrivati degli innesti importanti che hanno allungato la rosa di grande qualità. Sarà una partita difficile come tutte quelle contro Ranieri, allenatore preparato che stimo molto».

FAGIOLI – «Chi è bravo gioca in prima squadra, questo è importante. Fagioli ha fatto bene. Per rimpiazzare Portanova abbiamo pensato a lui in prima squadra, magari in qualche occasione poi potrà andare ancora in U23».

JUVENTUS U23 – «Il progetto seconda squadra è un progetto importante che la Juve porta avanti da anni. Squadre capaci che interpretano in maniera positiva il modo di giocare a calcio, da Bonatti a Zauli. Con Zauli ci sentiamo spesso per la condizione e la situazione dei ragazzi, siamo contenti di questo progetto».

INFORTUNATI – «Oggi dovrebbero allenarsi tutti in gruppo, a parte Dybala che sta cercando di recuperare ma sente ancora qualche fitta al ginocchio, speriamo di essere sulla buona strada».

CHIELLINI O DE LIGT – «Non abbiamo ancora deciso. De Ligt è stato fermo un po’, è tornato l’altra sera, abbiamo comunque un tour de force importante, ci sarà da recuperare bene».

CHIESA – «Veniva da un infortunio alla caviglia, partirà dall’inizio».

MCKENNIE – «Siamo stati bravi ad andare a prenderlo prima di tutti in Germania. E’ ancora giovane e può migliorare tanto a livello tecnico, è un po’ sporco nelle ricezioni, nel movimento con il corpo. E’ un ragazzo sano, è giovane, sa che è ancora all’inizio e non è arrivato e questo è un bel punto di inizio».

DIFESA CHIUSA – «Bisogna avere pazienza, bisogna cercare di aprirli facendoli correre da una parte all’altra, trovando il momento giusto per imbucarli. Sappiamo che loro si metteranno dietro con grande intensità, con due linee molto strette, dovremo avere pazienza cercando di allargarli sui due lati».

BONUCCI, CHIELLINI E DE LIGT – «Ci saranno delle rotazioni, a volte potranno giocare due, altre tre, valuteremo gara dopo gara».

MORATA – «Non ho detto che è in difficoltà. Si era fatto male all’adduttore, ha avuto un piccolo acciacco e ora sta recuperando. Ha giocato l’altra sera, lo abbiamo anche fatto recuperare qualche minuto e domani sarà al top. Vive di entusiasmo e bisogna riportargli questo. E’ tranquillo, ha fatto bene alla Juve, sono convinto che continuerà ai suoi livelli».

RISSA IBRA LUKAKU – «Una giornata di squalifica? Non sapevo niente. Sono cose successe su un altro campo, è giusto che mi astenga dal dare valutazioni».

RONALDO A COURMAYEUR – «Aveva il giorno libero e ognuno è libero di fare quello che crede. Quando sono fuori dal centro sportivo sono cittadini liberi, ognuno si prende la propria responsabilità».

DYBALA SEMPRE PRESENTE – «Ha il piacere di venire a vedere le partite e siamo contenti che sia con noi».

KHEDIRA – «Si sta allenando con noi, da inizio stagione. Il mercato chiuderà a breve, vedremo il da farsi. Di lui avevamo già parlato in passato».

MERCATO – «Stiamo bene così. Il mercato è fatto di opportunità, se ce ne sarà una la coglieremo, altrimenti rimarremo così. Ho giocatori forti che possono continuare la stagione».

INTER IN COPPA – «Le scelte avverranno in base alla partita di domani. Domani c’è la Samp, un avversario temibile, metteremo in campo la miglior formazione come faremo martedì. Pensiamo una partita alla volta».

RONALDO E MORATA – «Sì, domani partiranno loro dal 1′ minuto. E’ una coppia collaudata, giocheranno loro dall’inizio».

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement