Cristiano Ronaldo come Al Pacino: il discorso di CR7 secondo Bruno Alves

Cristiano Ronaldo come Al Pacino: il discorso di CR7 secondo Bruno Alves. Il difensore portoghese racconta la leadership di Cristiano

Cristiano Ronaldo è prima di tutto leadership. Uno di quelli in grado di influenzare compagni e avversari con la sola presenza. La Juventus ha avuto modo di scoprirlo in questa stagione e mezzo. Lo sa da anni Bruno Alves, compagno di Nazionale e grande amico di CR7. Il difensore del Parma ha parlato della straordinaria capacità di CR7 di saper trascinare i compagni. Non solo in campo con i gol, ma anche nello spogliatoio con le parole. Proprio l’ex centrale del Porto, in un’intervista rilasciata oggi al Corriere dello Sport, ha riesumato l’ormai epico discorso pronunciato da Cristiano dopo la finale vinta dal Portogallo ad Euro 2016 contro la Francia. Quasi paragonabile, per enfasi e trasporto, al discorso motivazionale di Al Pacino in “Ogni Maledetta domenica“.

Discorso Cristiano Ronaldo: il racconto di Bruno Alves

«Quando si è fatto male, ci siamo detti: “E adesso come facciamo?”. Nella fase a gironi aveva segnato in ogni gara gol decisivi e ci aveva permesso passare il turno con tre pareggi. Dover giocare quasi tutta la finale senza di lui fu una mazzata. Pensavamo di essere spacciati e invece, nonostante la Francia abbia avuto più possesso e più tiri, la coppa l’abbiamo alzata noi. Mi ricordo il discorso incredibile che Cristiano ci fece, sia prima dei supplementari sia dopo la vittoria. Furono solo due dei tanti in quell’Europeo nel quale con le sue parole aveva convinto tutti che avremmo vinto. La sua mentalità aveva contagiato tutti».