Maurizio Crosetti ricorda Gianni Mura: «Aveva le parole più belle di tutti»

© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Crosetti, giornalista, ricorda il suo amico e collega Gianni Mura, scomparso all’età di 73 anni. Il suo editoriale

Il mondo del giornalismo piange oggi la scomparsa di Gianni Mura, scomparso all’età di 73 anni. Con un lungo editoriale pubblicato su Repubblica, Maurizio Crosetti lo ha ricordato con affetto e ammirazione.

«Prima le persone e poi le parole, e lui le parole le aveva bellissime, le più belle di tutti. E andare, andare sempre a guardare. Parlare con gli altri, osservare i dettagli, gli oggetti, le forme e le tinte delle cose. Scrivere, quello viene dopo. Scrivere, diceva Gianni, è come cucinare, ma conta molto di più fare la spesa. Quando hai le cose giuste sul tavolo, quando al mercato hai scelto bene, poi i piatti vengono buoni per forza. (…) Quando morì Brera, Gianni scrisse il suo articolo più commovente. Un flusso, come galleggiare da un’altra parte, in qualche spazio perduto nell’universo. Le parole vennero chissà come, in tutto quel dolore. Arrivavano dalla vita di prima, tutto arriva da lì. Ma io adesso non riesco a immaginare una vita di parole senza le sue parole».