Danilo CARICA il Brasile per la Copa America: l'EMOZIONANTE discorso del capitano della Juve
Connettiti con noi

Hanno Detto

Danilo CARICA il Brasile per la Copa America: l’EMOZIONANTE discorso del capitano della Juve

Pubblicato

su

Le parole di Danilo, difensore e capitano della nazionale brasiliana e della Juve, che carica i suoi per la Copa America

Il Brasile, tramite i suoi canali social, ha condiviso il commovente discorso del capitano Danilo in vista della Copa America. Ecco le parole che ha utilizzato il difensore della Juve.

IL MESSAGGIO – «Ci sono due cose, due esercizi, che vorrei fare: primo, vorrei ricordare a ciascuno di noi qui il discorso dello chef Wallace, che passa inosservato. Ma Wallace, lo chef, si è alzato sulla sedia con gli occhi pieni di lacrime, entusiasta di cucinare per la nazionale brasiliana, di essere lo chef della Nazionale brasiliana, un sogno di essere un calciatore, non ce l’ha fatta e per lui che è qui e non ha l’opportunità di indossare la maglia ma di cucinare per la Nazionale…per lui è un motivo di grande orgoglio. Non possiamo dimenticarlo, perché anche noi rappresentiamo quel sogno, e siamo anche responsabili di quel sogno

E l’altra cosa è che continuiamo a pensare che le cose siano normali, ma non lo sono. Sapete perché? Posso ricordarlo a tutti? Solo un po’…ricordo, Arana, quando ti sei fatto male al ginocchio, stavi andando alla Coppa del Mondo, sono sicuro che te lo ricordi, e non te lo farò dimenticare, non perché nei momenti di difficoltà soffriamo, poi arrivano le cose belle e smettiamo di ricordarcene. Questo rende speciale questo momento, ricordi, Raphinha? Ai Mondiali, quando mi abbracciavi, quando piangevamo perché avevamo perso la partita e non sapevamo quante altre possibilità avremmo avuto di indossare questa maglia qui? Questo è un giorno speciale, fratello. Questo giorno è speciale.

Vini. Dov’è Vini? Fratello, come ti vedo oltre. Ricordo che dicevano – ha detto Danilo – che non avresti giocato nel Flamengo, ma ora sei al Real Madrid, nella nazionale brasiliana, ne hai la possibilità. Bruno, mi ricordo di Bruno, la frustrazione di Bruno Guimaraes, che non ha giocato la Coppa del Mondo, era frustrato per non aver potuto aiutare. Fratello, ora sei tu l’uomo di centrocampo, sei tu che devi far girare il gioco. Non è normale indossare questa maglia qui, ragazzi, non è normale! È una responsabilità? Sì. Una pressione? Sì. Ma è un privilegio, amici miei. È un privilegio indossare questa maglia qui».

Copyright 2024 © riproduzione riservata Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l P.I.11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.