Connettiti con noi

News

Danilo e la Juve: atto terzo. Così il brasiliano ha convinto Allegri

Pubblicato

su

Danilo e la Juve: atto terzo. Così il jolly brasiliano ha convinto Allegri: pronto un ruolo da protagonista

Arrivato a Torino nell’ambito dello scambio con Cancelo, operazione che nell’immaginario di Juventus e Manchester City sarebbe servita a sistemare i bilanci dei due club, Danilo si è rivelato in poco tempo una pedina di assoluta importanza all’interno del rettangolo di gioco. Accolto tra lo scetticismo generale della maggior parte dei tifosi bianconeri, il brasiliano si è messo subito a disposizione di squadra e allenatore per provare a non far rimpiangere João Cancelo.

Due stagioni in bianconero

Una prima stagione sicuramente positiva quella sotto la gestione Sarri, grazie a cui l’ex giocatore del City ha imparato a conoscere il calcio italiano confrontandosi con un diverso sistema di gioco. A questa è seguita la buona annata agli ordini di Pirlo: nonostante le molteplici difficoltà a livello di squadra, Danilo è stato uno dei giocatori che meglio ha reso in campo. Oltre a una buona affidabilità, ciò che ha fatto di lui una grandissima risorsa è stata la grande duttilità. Nel corso del suo biennio juventino, Danilo ha ricoperto spesso il ruolo di esterno basso, non solo a destra ma all’occorrenza anche a sinistra. Con Pirlo il brasiliano si è trasformato in un vero e proprio jolly, giocando talvolta come terzo di difesa con la licenza di allargarsi sulla fascia di competenza e anche nell’insolita posizione di centrocampo.

Bayern Monaco? No, grazie

Con l’arrivo di Allegri, vero e proprio maestro nel ridisegnare i giocatori a sua disposizione e a collocarli in zone del campo a loro sconosciute, le cose non possono che continuare ad andare nella medesima direzione. Danilo rimane punto fermo anche della nuova Juve 2.0 di Max, come si è potuto constatare in queste prime amichevoli stagionali. Una decisione, quella di puntare forte sul brasiliano, rimarcata anche in sede di mercato, quando la Juventus ha deciso di rispedire al mittente gli assalti del Bayern Monaco nei confronti dell’ex City e Real Madrid.

Un senatore della nuova Juve

Danilo ha scelto di restare alla Juve. A Torino si sente coccolato e sa che la Vecchia Signora vuole puntare a lungo su di lui. Da parte sua sente di essere diventato un giocatore ancora più maturo e di avere oggi anche un ruolo importante all’interno dello spogliatoio, soprattutto nei confronti dei più giovani. Recentemente è arrivato anche il cambio di maglia. Il brasiliano ha scelto la 6, un numero che per la Torino bianconera ha un significato sicuramente particolare: «È una maglia che porta con sé tanta storia. Voglio onorarla e indossarla ancora per tanti anni» ha affermato il brasiliano a Sky Sport dopo il test di ieri contro l’Under 23. Dichiarazioni che evidenziano ancora una volta la sua ferma volontà di continuare a transitare dalle parti della Continassa ancora per parecchio tempo. Danilo e la Juventus: il terzo capitolo è iniziato.