Connettiti con noi

News

Del Piero, 10 x 10: i dieci gol leggendari di ‘Pinturicchio’ alla Juventus

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

In occasione del 47esimo compleanno di Alessandro Del Piero, ripercorriamo i suoi momenti emblematici con la maglia della Juventus

Basta pronunciare il nome di Alessandro Del Piero per far brillare gli occhi anche al più freddo tifoso bianconero. Impossibile contare tutti i momenti in cui ‘Pinturicchio‘, così lo aveva soprannominato l’avvocato Gianni Agnelli, ha regalato momenti magici di puro calcio alla tifoseria della Juventus. In occasione del suo 47esimo compleanno, abbiamo provato a raccogliere i dieci gol più emblematici della carriera di Alessandro Del Piero in maglia bianconera.

IL PRIMO GOL – Per raccontare di Del Piero e la Juventus, non si può che iniziare dal suo primo centro in bianconero. È il 19 settembre del 1993 e i bianconeri giocano al Delle Alpi contro la Reggiana. Trapattoni, sul risultato di 3 a 0, decide di affidarsi nel finale di partita al giovanissimo talento, acquistato dal Padova in estate per 5 miliardi di lire da Giampiero Boniperti. A pochi minuti dal suo ingresso in campo, il futuro capitano bianconero scappa a tutta la difesa ospite tirando di controbalzo e mettendo a segno il primo di tantissimo gol alla Juventus.

GOL ALLA FIORENTINA – Andiamo avanti di più di un anno per ritrovare un Del Piero sempre più certezza nelle gerarchie della Juventus. Si gioca un Juve Fiorentina e l’attaccante decide di entrare nel cuore della tifoseria, regalando uno dei suoi gol più spettacolari di sempre. Lancio in avanti dalla difesa verso l’area avversaria, Del Piero, che si trovava defilato sulla sinistra, riesce a colpire il pallone prima che tocchi terra, con un tocco di esterno al volo che sorprende tutta la retroguardia Viola e fa impazzire di gioia il Delle Alpi.

GOL AL BARI – Uno dei periodi più complicati di Del Piero in bianconero è stato senza dubbio quello della morte del padre. Il suo gol più importante dal punto di vista emotivo è senza dubbio quello segnato al Bari, dopo una settimana dolorosa. Finta di destro e tocco sotto di sinistro, con un tocco di eleganza, Del Piero sfoga tutta la sua rabbia e decide una partita complicata per mille motivi.

GOL IN CHAMPIONS – Anche in Europa Alessandro Del Piero ha regalato grande calcio e grandi gol. Immensa la sua prodezza in finale di Champions League contro il Borussia Dortmund, che battezza una volta per tutte il ‘tiro alla Del Piero’: palombella a giro dal limite dell’area sul palo lontano, imparabile per chiunque. Sempre al Borussia Dortmund, poi, un altro dei suoi gol più belli, di tacco nell’area piccola ad anticipare difensore e portiere.

TOKYO – I gol di Del Piero sono entrati nel cuore dei tifosi perché, oltre ad essere delle perle di tecnica sopraffina, erano pesanti e decisivi. Indimenticabile il gol a Tokyo contro il River Plate, in cui su calcio d’angolo, stoppa un calcio d’angolo alla perfezione, si gira in un fazzoletto e buca la porta con un destro violento e preciso.

LA LINGUACCIA ALL’INTER – Simbolo di Del Piero è quell’emblematica liguaccia nel derby d’Italia all’Inter, che diventò poi il suo marchio di fabbrica. Punizione maestosa dai 23 metri, che si infila sotto il sette, con un Julio Cesar che non può nulla. Gol pesante come un macigno che permette ai bianconeri di vincere una partita bloccata sull’1 a 1.

STANDING OVATION AL BERNABEU – Il primo gol di Alex Del Piero al Bernabeu è culminato con una standing ovation di tutto lo stadio nei confronti del capitano della Juventus. Fattura del gol di livello altissimo come sempre: prende palla in fase di transizione, controlla due volte e va al tiro dal limite dell’area: la palla finisce a mezzo centimetro dall’angolo basso, dove solo lui sa come metterla. Numero 10 che firmerà poi anche una doppietta, con un calcio di punizione che farà saltare i tifosi e Ranieri in panchina.

UBRIACA HIERRO E BATTE CASILLAS – Un’altro gol storico del capitano della Juventus è stato segnato contro il Real Madrid, questa volta a Torino. I tifosi dei blancos ricordano ancora il modo in cui ha fatto cadere a terra Hierro con una serie di finte e ha beffato Casillas nella semifinale di Champions League vinta per 3 a 1 dai bianconeri.

ULTIMO GOL – Indimenticabile, infine, l’ultimo gol di Del Piero con la maglia della Juventus. È il 13 maggio 2012 e la Juventus di Antonio Conte ospita l’Atalanta nel nuovo Stadium, il numero 10 trova la rete con tiro dal limite dell’area, che ancora una volta si spegna a pochi centimetri dal palo. L’emozione più grande è, però, quella dei tifosi, che omaggiano il capitano della Juventus fino al termine della partita, lanciando le sciarpe, cantando cori e piangendo l’ultima gara di Alessandro Del Piero: capitano, bandiera, leggenda bianconera.