Del Piero: «Sorpreso dalla scelta di Pirlo ma la trasformerà in successo»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex capitano della Juventus, Alessandro Del Piero, ha parlato della scelta della società di affidare la panchina ad Andrea Pirlo

Alessandro Del Piero, intervistato dalla prestigiosa rivista statunitense di economia Forbes, ha parlato della sua carriera e di Pirlo alla Juve.

RIGORE 2006«Quella passeggiata da centrocampo fino all’area di rigore è una passeggiata lunga. Cerchi di concentrarti ma ti vengono in mente molte cose. Voglio dire, è il momento più importante della tua vita. Ho provato a dire ‘beh, ci sono solo, cosa, 2,5 miliardi di persone che guardano questo momento? Stai giocando per un paese che ovviamente non ricorderà se sbaglierai un rigore, sai che in Italia non sono affatto appassionati! Quindi cosa succederà se ti manca? Niente».

CARRIERA «Come giocatore di calcio, ti concentri al 100% su ciò che devi fare. La tua vita è incentrata sull’allenamento, il recupero, il gioco. Quando finisci, cambia tutto. Cambiano le abitudini, inizi a perdere lo spogliatoio, i compagni. Non sarò mai soddisfatto al 100% perché amo giocare a calcio, ma questo è il bello della vita. Nella mia carriera ovviamente ho fatto del mio meglio – con errori – ma del mio meglio. Non ho fatto un passo indietro dalla responsabilità o dal fare uno sforzo nuovo e migliore per raggiungere il risultato»

PIRLO«Allenare è ovviamente qualcosa nella mia mente. Sono rimasto molto sorpreso dalla nomina di Pirlo perché è molto presto per lui per essere in quella posizione. Sono sorpreso perché pensavo che la Juve avrebbe fatto un’altra scelta. Questa è una grande sfida per tutti, ma il club è molto forte e la squadra è molto buona e Andrea è un ragazzo eccezionale. Non conosco la sua mente in termini di ciò che vuole fare all’interno del campo, ma lo conosco personalmente, quindi credo che sarà ben preparato e pronto a cogliere questa opportunità e trasformarla in successo».

Condividi