Emre Can: «Cristiano dà la carica a tutti, sogniamo la Champions»

emre can
© foto Mg Torino 21/01/2019 - campionato di calcio serie A / Juventus-Chievo Verona / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Emre Can

Il centrocampista tedesco parla dalla Continassa e tesse le lodi di Cristiano Ronaldo. Le parole dello juventino Emre Can

Il centrocampista tedesco della Juventus parla dalla Continassa ai microfoni di Sky Sport. L’ex Liverpool racconta la sua prima parte di stagione in bianconero, parla delle sue condizioni fisiche e tesse le lodi del fenomeno Cristiano Ronaldo.

ATLETICO – «L’Atletico è una delle squadre più ostiche ma noi sogniamo la Champions come i nostri tifosi. Loro sono molto molti in difesa e giocare lì sarà difficile. Ma dobbiamo credere in noi e provare a vincere».

RONALDO – «Giocare con Ronaldo è incredibile. Cristiano dà consigli ed è disponibile con tutti. Lui ci dà una grande carica. Champions? L’anno scorso contro di lui ho perso una finale con il Liverpool, quest’anno speriamo di vincerla insieme».

OSSESSIONE CHAMPIONS – «Ho sentito molte volte qui in Italia i nostri tifosi dire che quest’anno dobbiamo vincere la Champions. I tifosi non vedono l’ora che accada e ovviamente anche noi, ma non dobbiamo pensare, come sento dire, che siamo già campioni d’Italia. La Juve ha l’occasione di vincere lo scudetto per l’ottava volta di fila, ma è sempre difficile riuscirci. C’è tanto lavoro dietro».

SERIE A – «Qui in Italia le squadre sono più preparate tatticamente, forse il calcio in Inghilterra è più veloce ma qui a volte è davvero difficile segnare. Possiamo imparare da partite come quelle contro il Parma. Abbiamo giocato bene, con un buon possesso palla, abbiamo segnato tre gol ma non possiamo permetterci di concederne tre agli avversari. Dobbiamo difendere meglio a livello di squadra. Come ho detto, dobbiamo imparare, ma è meglio commettere certi errori adesso che più avanti durante la stagione».

PILASTRI DELLA DIFESA – «Ovviamente Bonucci e Chiellini sono due grandissimi giocatori, molto importanti per noi. Ma abbiamo anche altri bravi difensori e non credo che i gol subiti di recente siano dovuti alla loro assenza. Dobbiamo migliorare le prestazioni come squadra, in fondo abbiamo sbagliato solo le due ultime partite dopo averne vinte tante di fila negli ultimi mesi. Non vediamo l’ora di tornare a vincere, partendo dalla prossima».