Esonero Sarri: rapporto difficile con Chiellini e Douglas lo ha ferito. I retroscena

© foto www.imagephotoagency.it

Esonero Sarri: rapporto difficile con Chiellini e Douglas lo ha ferito. I retroscena sull’addio dell’ex tecnico della Juventus

La Gazzetta dello Sport svela alcuni interessanti retroscena sull’esonero di Maurizio Sarri dalla Juventus e in particolare sul rapporto che quest’ultimo aveva con alcuni membri dello spogliatoio.

«Il rapporto con la squadra è stato variegato. Sarri non è uno che porta i giocatori dalla sua parte con le parole, al massimo con i fatti. E se non scatta la scintilla, con Chiellini non è scattata, qualche incendio ci può stare. Il feeling con Dybala è stato totale, testimoniato da bellissimi pensieri, pubblici e privati. Molto bene con De Ligt che gli ha scritto parole sentite. E anche con Cuadrado. Tra il mutismo di Rabiot, l’ermetismo di qualche altro, cose normali di spogliatoio».

DOUGLAS COSTA – «Una delle prime cose, tra le prime cinque, che l’ha più ferito è stato il “like” di Douglas Costa sotto il comunicato dell’esonero. I 46 milioni per acquistarlo dal Bayern mai sono stati giustificati. Eppure Sarri pensa di averlo gestito con delicatezza e rispetto, sapendo che se avesse giocato tre partite di fila si sarebbe rotto. Non le ha giocate quasi mai, si è rotto lo stesso».

Condividi