Connettiti con noi

News

Festino Lukaku: Marotta e Conte non intervengono. L’esempio Juve e la loro partita dell’anno

Pubblicato

su

Festino Lukaku: Marotta e Conte non intervengono, l’esempio Juve e la loro partita dell’anno. Il club nerazzurro non prenderà provvedimenti

Anche i giocatori dell’Inter  ci sono cascati. Romelu Lukaku, Achraf Hakimi, Ivan Perisic e Ashley Young si sono ritrovati ieri notte presso l’hotel “The Square Milano Duomo” per festeggiare il 28esimo compleanno dell’attaccante belga insieme ad altre 20 persone. Mai una buona idea in tempo di Covid: multe per tutti da parte dei carabinieri per il festino abusivo andato avanti abbondantemente oltre l’orario del coprifuoco. Un episodio condannabile, tristemente simile a quello che aveva visto protagonisti i giocatori della Juventus McKennie, Dybala e Arthur, pizzicati qualche settimana fa a casa del texano nella pre collina torinese in piena zona rossa. La Juventus decise di multare tutti e tre i giocatori coinvolti e Pirlo li escluse dalle convocazioni per il derby col Torino, in una partita evidentemente molto importante per la rincorsa della Juve a un piazzamento Champions.

L’Inter – che ha fornito una versione dei fatti ridimensionata – ha deciso di non ricalcare le stesse orme del club bianconero considerando i quattro giocatori perfettamente arruolabili per la partita dell’Allianz Stadium contro la Juventus. Nonostante sui social stia imperversando l’hashtag #GitaaTorino, a corredo del quale i tifosi nerazzurri sminuiscono l’importanza dell’impegno a scudetto già vinto, non è un mistero che gli ex bianconeri Marotta e Conte tengano particolarmente (forse più che a qualunque altra) alla partita dello Stadium. «Immagino sarà gratificante tornare da campione d’Italia a Torino, sabato 15 maggio, per decidere il destino della Juve. È il bello dello sport», diceva sibillino qualche giorno fa l’ad nerazzurro a Tuttosport. Il suddetto destino lo decideranno con Lukaku, Hakimi, Perisic e Young regolarmente in campo, nonostante la vuolazione

Continua a leggere
Advertisement