Connettiti con noi

Hanno Detto

Forlan: «Anno strano per la Juve. Allegri stia molto attento al Villarreal»

Pubblicato

su

Forlan: «Anno strano per la Juve. Allegri stia molto attento al Villarreal» ha dichiarato al Corriere dello Sport

Diego Forlan è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport per parlare della sfida di Champions League in programma domani sera tra Villarreal e Juventus. Le sue parole.

VILLARREAL – «Una squadra con giocatori di esperienza ai quali piace tenere la palla. Emery è un allenatore bravo che sa come mettere in difficoltà gli avversari. È arrivato agli ottavi di Champions e nella Liga sta lottando per il quarto posto grazie anche all’ultima vittoria per 4-1 a Granada».

ATMOSFERA – «Bella calda, ve lo assicuro. Di quell’impianto ho grandi ricordi perché lì ho segnato diversi gol. Sembra un campo piccolo perché la gente è molto vicina al terreno di gioco e c’è un gran tifo. Anche la città però è fantastica. È stato un posto ideale dove vivere».

TROFEI – «A livello di… bacheca tra le due società non c’è partita. Idem a livello di monte ingaggio e profondità della rosa. Questo, però, non vuol dire che per la Juve sarà tutto facile. Nel corso degli anni il Villarreal è cresciuto tantissimo, non solo come squadra, ma anche come club: adesso ha un vivaio importante con ragazzi che vengono da tutto il mondo».

OTTAVI – «Juve favorita? Dipende da come andrà l’andata. Secondo voi il Real Madrid che ha perso 1-0 in casa del Psg è ancora favorito? Io non credo, perché adesso al Bernabeu Mbappé avrà spazi, e per la formazione di Ancelotti sarà dura».

JUVE – «La formazione di Allegri sta vivendo un anno strano nel quale alterna match giocati bene ad altri in cui ha un rendimento deludente. Ho visto il derby contro il Torino e i bianconeri non mi hanno impressionato. Se contro il Villarreal giocheranno come venerdì, dovranno fare parecchia attenzione perché gli spagnoli in casa con la spinta dei loro tifosi, sono davvero temibili. La Juve è la Juve, ma oggi il calcio è equilibrato e chi è agli ottavi non è certo una formazione materasso. I bianconeri dovranno approcciare bene l’incontro di martedì e fare un buon risultato, altrimenti al ritorno sarà dura».

VLAHOVIC – «Mi piace molto perché è un attaccante davvero forte, che segna in tutte le maniere. Non saprei dire a quale centravanti del passato assomiglia, ma marcare uno così non è facile».