Gallo: «Next Gen ha qualità, così l'abbiamo messa in difficoltà» - VIDEO
Connettiti con noi

Hanno Detto

Gallo: «Next Gen ha qualità, così l’abbiamo messa in difficoltà» – VIDEO

Pubblicato

su

Gallo: «Next Gen ha qualità, così l’abbiamo messa in difficoltà». Le parole dell’allenatore del Foggia – VIDEO

Gallo in conferenza stampa ha commentato la vittoria del suo Foggia nella semifinale di andata della Coppa Italia Serie C contro la Juventus Next Gen.

IL COMMENTO – «I ragazzi hanno capito l’importanza di ragionare da squadra. Se si mette da parte l’io, con il noi si può continuare lavorare e crescere. E’ il primo tempo di una partita difficile, chi non conosce i ragazzi della Juve magari ha pensato potesse essere una partita semplice, hanno dimostrato di essere ragazzi di grandissima qualità. Mi piace sottolineare la voglia di rimanere sempre in partita e di attaccare dopo aver subito il gol. Sono soddisfatto, la squadra ha dimostrato di non aver perso il filo che ci aveva permesso di ottenere risultati importanti».

LA PARTITA – «Sono d’accordo sul fatto che la Juve è una squadra di talenti, di giocatori di grande prospettiva. Nel primo tempo siamo stati un po’ troppo timorosi, li abbiamo aspettati troppo. Nel secondo abbiamo cambiato un paio di modi di andare ad attaccarli per guadagnare campo, metterli in difficoltà e non lasciargli una costruzione dal basso di qualità senza pressione. Abbiamo alzato il baricentro per attaccarli alti. Nel momento in cui riesci ad andare ad attaccarli perché sei corto e compatto, anche loro che sono bravi possono sbagliare. E’ vero che c’è stato un infortunio sul secondo gol, ma è frutto di un’aggressione fatta alta da parte di tutta la squadra».

OGUNSEYE – «E’ stato bravo, ha subito le critiche consapevole che le prestazioni non erano al massimo delle sue potenzialità. E’ un giocatore troppo importante per la squadra. Gli dicevo di non preoccuparsi e che sarebbe arrivato il momento in cui, senza accorgersene, avrebbe fatto gol. Per noi è indispensabile per le sue caratteristiche, In questo momento dà la possibilità di lavorare su di lui perché ha capacità di protezione e gestione della palla, è migliorato in questo, deve giocare a due tocchi. Sono contento, mai avrebbe pensato di uscire con gli applausi da Foggia, ma è successo…».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l P.I.11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.