Connettiti con noi

Hanno Detto

Gargano, Supercoppa con la Juve: «Ci fu la presenza di una mano nera»

Pubblicato

su

Nel corso di un’intervista, Walter Gargano, ex di Inter e Napoli, è tornato sulla partita di Supercoppa persa dal Napoli con la Juventus

Intervistato da Fanpage.it, Walter Gargano è tornato sulla sconfitta del Napoli in Supercoppa contro la Juventus. Le parole dell’ex Napoli e Inter.

SUPERCOPPA PERSA CON LA JUVE – «Uff, a Pechino è stata una partita incredibile. Non si capiva perché l’arbihttps://www.juventusnews24.com/milinkovic-vittoria-supercoppa-juve-lazio/tro ammonisse ed espellesse in quel modo. Fu un peccato, perché eravamo riusciti a recuperare lo svantaggio. Quella partita resterà per sempre nella storia. Per me ci fu la presenza di una mano nera…».

SULLA VITTORIA A DOHA – «In quell’occasione ci siamo tolti una grossa spina dal fianco. Vincere quella Supercoppa fu importante, soprattutto per me, che ero tornato in azzurro da poco ed ero spesso criticato dai tifosi. Ma alla fine le critiche mi hanno aiutato a fare ancora meglio. Benitez aveva scommesso su di me e mi sentivo motivato a far bene».

RIGORE SEGNATO A BUFFON – «Fu il sesto. Un anno e mezzo prima, durante la Confederations in Brasile, Buffon me l’aveva parato! Di solito i rigori li tiravo sempre alla destra del portiere, come accadde in Brasile. Ma in quell’occasione qualcosa mi fece cambiare idea alla fine e tirai alla sua sinistra, spiazzando Buffon, che dopo imprecò dicendo ‘Lo sapevo c***o, lo sapevo’. Fu una decisione di un secondo che si rivelò fondamentale. Sono quei momenti che cambiano il destino».