Connettiti con noi

Hanno Detto

Giaccherini: «Vi racconto quel gol col Belgio». Poi nomina un giocatore della Juve

Pubblicato

su

Emanuele Giaccherini, ex centrocampista della Juve, ha parlato in vista di Belgio Italia. Le sue dichiarazioni

L’ex centrocampista della Juve, Emanuele Giaccherini, ha parlato a La Gazzetta dello Sport. Le sue parole in vista di Belgio Italia.

GOL – «Il bello è che dietro quel gol a Euro 2016 c’è un rimprovero di Conte. Contro la Scozia, in amichevole, avevo sbagliato un paio di volte dalla stessa posizione, così in allenamento mi riprese. Lancio di Bonucci, controllo perfetto e destro all’angolino. In quel guizzo c’è tutta la mia storia. Devo tutto a mister Conte e a quel rimprovero. Con l’Italia mi sentivo un vero supereroe. Ci davano tutti per spacciati, invece lui ci convinse a smentire tutti dicendo che i più forti eravamo noi. E così fu. Spero adesso in un altro 2-0».

COME SI BATTE IL BELGIO – «Concentrazione, raddoppi, cura dei dettagli, marcature. Sono preoccupati anche loro. L’Italia è forte, difende bene, In avanti c’è Chiesa che è un talento. In mezzo ce la giochiamo con tutti. Il fenomeno è Lukaku. Nel 2016 non era quello di oggi».

PRONOSTICO – «1-1 e poi vinciamo ai rigori, Insigne e Chiesa protagonisti. Sarebbe la chiusura di un cerchio dopo quella serataccia contro la Germania ai quarti…».