Connettiti con noi

News

Gnabry: chi è l’ala che piace tanto alla Juventus?

Pubblicato

su

Willian, Leroy Sane e Serge Gnabry. Sono i tre profili individuati da Paratici e Maurizio Sarri per sostituire i probabili partenti Douglas Costa e Federico Bernardeschi nella Juventus della prossima stagione.

E se i primi due sono molto conosciuti e da anni stanno facendo parlare di sé a suon di gol e assist, il 24enne tedesco del Bayern è il nome nuovo del calcio europeo. Proviamo a conoscerlo meglio.

Nato a Stoccarda il 25 luglio 1995 da padre ivoriano e madre tedesca, Gnabry si forma nelle giovanili della squadra della propria città natale prima di finire nel mirino dell’Arsenal che lo mette sotto contratto nel 2011 per rinforzare la formazione primavera. Dopo tre anni di spola tra la squadra B e la formazione titolare (10 presenze e un gol in totale) e un 2015/2016 avaro di soddisfazioni in prestito al West Bromwich, l’attaccante torna in Bundesliga.

A dargli la prima vera chance da titolare in carriera è il Werder Brema. Una fiducia che Gnabry ripagherà con  11 gol in 27 presenze. Bottino molto simile a quello della stagione successiva (22 gare e 10 reti) trascorsa in prestito all’Hoffenheim. Prestazioni importanti che convincono il Bayern Monaco, dopo aver pagato la clausola rescissoria al Werder e averlo dato in prestito, a tenerlo finalmente in squadra.

E c’è molto di Gnabry nel Bayern Monaco che negli ultimi due campionati ha confermato le previsioni di operatori di calcio internazionale come bet365 che consideravano i bavaresi come dominatori assoluti della Bundesliga. Subito promosso tra i titolari, Serge non si è fatto schiacciare dall’importanza della maglia e al primo anno ha messo insieme 13 gol e 9 assist che gli sono valsi anche il premio di miglior giocatore della squadra assegnato dai tifosi. Prestazioni simili a quelle di questa stagione in cui il bottino è salito a 18 reti in 33 presenze, sei delle quali in Champions League.

Dal punto di vista tecnico l’ex Arsenal ha come doti principali la velocità con il pallone tra i piedi e il dribbling, uniti a una capacità di leggere in anticipo la giocata che gli permette di rivelarsi imprendibile quando parte alle spalle delle difese avversarie. Le caratteristiche ideali per l’idea di calcio di Sarri.

Unica incognita per l’arrivo in bianconero è il prezzo. Gnabry è titolare inamovibile nell’undici bavarese e la sua valutazione si aggira intorno ai 60 milioni di euro. I rapporti tra i due club sono molto positivi (a dimostrarlo ci sono gli affari Vidal e Douglas Costa) ma per abbassare la cifra serve un incastro di mercato: se il Bayern decidesse di riportare in Germania Sane potrebbe avere molti meno problemi a lasciar partire uno dei suoi migliori giocatori.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.