Higuain, Kedira e Pjanic: “Non erano contagiosi ma…”. Il parere degli esperti

pjanic juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Higuain, Kedira e Pjanic: “Non erano contagiosi ma…”. Il parere degli esperti sulla scelta dei bianconeri di lasciare l’Italia

È scoppiata la polemica sui social per la scelta di Higuain, Khedira e Pjanic di recarsi nei propri paesi d’origine durante il periodo di isolamento volontario. Tutto in norma per i giocatori bianconeri (risultati negativi al tampone e muniti di auto certificazione) che però sono stati aspramente criticati per la loro presunta irresponsabilità.

Questo quello che scrive Gazzetta in merito: «gli esperti sottolineano come nella maggior parte dei casi l’infezione “esordisca” fra 3° e 6° giorno dal contagio, anche se i canonici giorni di isolamento, 14, sono necessari a scongiurare del tutto la malattia pure in chi potrebbe svilupparla in ritardo. Insomma, se dopo il sesto giorno il test è negativo, è ragionevole pensare che sarà lo stesso alla fine della seconda settimana. Higuain e soci hanno viaggiato, quindi, nella consapevolezza che non sono e non dovrebbero diventare contagiosi tra un po’ di tempo, ma sarebbe stato comunque più prudente completare il periodo a casa».